Proteste residenti Via Calò, Celano: ”Individuare altra area per mercatino etnico”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
In una nota, i Consiglieri comunali di Forza Italia Salerno e Attiva Salerno,  Roberto Celano e Ciro Russomando esprimono le loro considerazioni sulla localizzazione in Via Calò delle bancarelle etniche:

“Signor Sindaco, si legge nella nota, con deliberazione n. 284  dello scorso ottobre, la G.M. ha approvato la localizzazione di bancarelle etniche in via Generale Calò, arteria adiacente Piazza della Concordia, in pieno centro cittadino.

Tale deliberazione è stata assunta per soddisfare le esigenze di comunità di extrcomunitari presenti sul territorio cui, negli anni passati, erano state destinate le aree di via Vinciprova, di via Limongelli e di via Lungomare Colombo, allestite con pubblico denaro e poi ritenute non propriamente vantaggiose alle esigenze dei venditori.

Tale deliberazione ha, tra l’altro, previsto l’esonero dal pagamento per sei mesi della TOSAP per gli ambulanti di merci etniche con evidente discriminazione per altri venditori cui non viene riconosciuta uguale agevolazione nei primi mesi di attività.

La stessa non è ritenuta condivisibile dai residenti e dai commercianti della zona che già lamentano gravi criticità in termini di igiene e sicurezza evidenziando che il quartiere, sebbene in pieno centro, appare abbandonato a se stesso ed “ostaggio” di atti di vandalismo ed accattonaggio che si ripetono con cadenza quasi quotidiana.

I residenti del quartiere denunciano, altresì, che la decisione dell’Amministrazione avrebbe violato anche le proprietà private in quanto l’area di rispetto dei fabbricati di via Generale A. Amendola 10 e 36/38 è ancora “intestata” alla Società Domenico Scaramella a cui fu concesso permesso a costruire.

Tale area sarebbe successivamente stata data in concessione al Comune di Salerno per consentirne la pavimentazione e la manutenzione.

Gli abitanti del rione evidenziano, inoltre,  che le opere dovrebbero essere, in ogni caso, realizzate ad una distanza minima dal muro che delimita le proprietà private di 5 metri e via Calò avrebbe, a loro dire, una larghezza evidentemente inferiore.

Oltre, dunque, ad apparire una decisione poco condivisibile che finirebbe per aggravare il disagio e l’insicurezza con cui già i residenti del quartiere convivono, la deliberazione rischia di essere impugnata dai cittadini che, pur manifestando simpatie per etnie e raggruppamenti culturali diversi, contestano fermamente la scelta della G.M. con conseguente necessità di difese legali da sostenere e rischio di danno erariale per l’Ente, sia in relazione ai costi del contenzioso che alle richieste di risarcimento che potrebbero succedere.

Per tali motivi si chiede alla S.V. di rivedere la contestata deliberazione e di individuare un’altra area più idonea per localizzare il mercatino etnico, condizionando anche tale opportunità alla necessità di liberare nell’immediato il lungomare Trieste dall’occupazione abusiva e militare da parte delle stesse comunità.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.