Salerno: domenica una messa per ricordare le 26 migranti morte

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Domenica 12 Novembre alle ore 10.00 presso la chiesa di san Domenico in Largo S. Tommaso D’Aquino, Salerno, sarà celebrata una messa in ricordo delle ventisei nostre sorelle rinate in cielo nell’ultimo viaggio della speranza.

Nel pieno rispetto delle religioni, delle tradizioni e dei costumi, la messa del settimo (come ricorda il Direttorio su pietà popolare e liturgia al nr. 255, è il modo cristiano di ricordare e prolungare, nel Signore, la comunione con quanti hanno varcato la soglia della morte) va intesa come un pensiero nei confronti di un familiare, di una persona che è riuscita a toccare i nostri cuori di pietra,  nella speranza e nell’annuncio che la vita vince sempre.

Non sappiamo quando sono morte, né sappiamo il perché di questa tragedia, ma vogliamo contare i sette giorni della loro rinascita in cielo da quando la nave ha attraccato al porto di Salerno.   Perché la forza della vita, le lacrime di un bambino, le sofferenze di un padre e di una madre sono le facce della stessa medaglia che riconduce l’uomo verso l’anelito di bene supremo a cui tutti dovremmo tendere.

Abbiamo scelto come simbolo per loro, un fiore: il  bucaneve o “stella del mattino”,  che è ritenuto simbolo di speranza e di consolazione, di passaggio dal dolore a un nuovo inizio per via dello sbocciare di alcune sue specie quando il clima è ancora freddo, spingendo le foglie attraverso il suolo ghiacciato dalla neve, di solito prima del secondo giorno di febbraio,  giornata per la vita (Candelora).

Perché la solidarietà di questi giorni o le varie prese di posizione  non sia solo un fenomeno di tendenza, ma che la tragedia aiuti altri cuori disperati a trovare un domani migliore. Siamo pronti a piangere e a slanciarci il giorno dopo, dovremmo preoccuparci di intervenire il giorno prima.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Vorrei sapere chi ha scritto queste parole, io non sono fratello di questa gente e non provo pietà per loro, si sono messi in pericolo di loro spontanea volontà.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.