Colpo di scena al Ruggi, la Regione vuol rimuove il direttore Cantone

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Nicola Cantone potrebbe ben presto lasciare la dirigenza del “Ruggi d’Aragona”.

La Regione Campania ha avviato, infatti, le procedure per la rimozione del manager. Già da tempo il nome di Cantone era finito sulla graticola, tant’è che il direttore generale non aveva ancora firmato il contratto e, dunque, ufficializzato la nomina.

L’azione, intrapresa dall’ufficio legale della Regione Campania, giungerebbe in seguito alle verifiche della commissione regionale incaricata di accertare i titoli in possesso del manager, verifiche che avrebbero dato esito negativo. La vicenda nasce in seguito alla querelle relativa ai mancati requisiti maturati dal manager per la nomina e alla presunta falsa attestazione di una esperienza in una clinica privata, nel periodo che va dal 2003 al 2008, grazie alla quale poté poi entrare a far parte della lista di aspiranti alla carica.

Della procedura in atto, per ora, Cantone sostiene di non saperne nulla. I fatti contestati risalgono al 2011, quando Cantone depositò all’Asl Napoli 2 Nord un contratto della clinica «Villafiorita» di Aversa, dove risultava che dal 2003 al 2008 avrebbe svolto il ruolo di direttore della casa di cura.

Il documento, però, secondo l’accusa, era falso, facendo decadere di conseguenza il quinquennio di esperienza maturata e il requisito che gli avrebbe consentito di accedere alla lista degli aspiranti manager.

Sulla vicenda il manager Cantone, nel mese di febbraio scorso, carte alla mano,replicò alle accuse, punto per punto, evidenziando che dal marzo 2001 al 22 luglio 2009 aveva ricoperto un incarico istituzionale di vertice al Comune di Aversa. Circostanza, questa, che non inficiava la sua nomina a direttore generale.

«L’esperienza pregressa maturata è documentata – specificava Cantone–. Nel 2012,allorquando sono arrivato all’Asl Na2 Nord, la certificazione è stata richiesta ed è stata ristampata sulla carta intestata aggiornata. C’è il file nativo che può essere periiato. Nel 2009 sono stato inserito nell’albo dei direttori generali presentando due schede, quella in contestazione e quella relativa all’esperienza maturata al comune di Aversa.Questo significa che il problema sulla nomina di direttore generale non si pone».

Al di à della sua vicenda Cantone, arrivato nel 2016 ha gestito in maniera eccellente una delle fasi più critiche del Ruggi. La bomba assenteismo che gli esplose tra le mani ma che riguardava gestioni precedenti, una serie di azioni di sabotaggio, la sospensione dell’intramoenia in chirurgia, primo caso in Campania, le liste d’attesa ridotte dopo lo scandalo che riguardò alcuni reparti e la ristrutturazione di alcuni reparti chiave del nosocomio salernitano.

E’, dati alla mano, uno dei manager dalle capacità professionali più elevate per i problemi affrontati e risolti in un lasso di tempo ridotto che si sono verificati nel più grande ospedale della provincia di Salerno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.