All’Università di Salerno la Lectio magistralis dell’ing. Francesco Starace

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Quest’oggi l’Aula Magna di Ateneo ha ospitato la Lectio magistralis dell’Ing. Francesco Starace, CEO e General manager di Enel. L’Ing. Starace ha raccolto l’attenzione della gremita platea con una relazione tematica sulla transizione energetica  e sul ruolo di Enel nel sistema nazionale e globale.

I lavori sono stati aperti dai saluti istituzionali del Rettore Aurelio Tommasetti, del prof.  Vincenzo Loia – Direttore del Dipartimento di Scienze Aziendali – Management & Innovation Systems e del prof. Cesare Pianese  – Delegato del Rettore al Trasferimento Tecnologico), con la moderazione di  Gennaro Sangiuliano – Direttore della Scuola di giornalismo di Ateneo.

Dopo i saluti di apertura, l’incontro ha ospitato la Cerimonia di consegna delle onorificenze con il dono da parte del rettore Tommasetti del sigillo universitario all’Ing. Starace.

“Abbiamo voluto attraverso il sigillo testimoniare il legame che oggi si rinnova con una delle aziende più strategiche per il nostro Paese – ha dichiarato il rettore. Quella odierna  è un’occasione di grande fortuna per i tanti studenti presenti in aula che hanno la possibilità di ascoltare le parole dell’Ing. Starace sull’evoluzione di un settore, quello energetico, di importanza capitale per il nostro Paese. La tematica ambientale sta fortemente a cuore al nostro Ateneo.  Nel campo dell’efficientamento energetico abbiamo investito ulteriori dieci milioni di euro che ci permetteranno nel giro di un anno di essere maggiormente autosufficienti e riscrivere totalmente il design dei nostri campus. Quella di oggi è dunque una bella opportunità per l’intera comunità universitaria, anche per i docenti che operano in questo settore e che possono consolidare le collaborazioni con un’azienda strategica per il Paese”.

La Lectio dell’Ingegnere Starace si è aperta con una riflessione sulla profonda trasformazione che investe il settore energetico. “Il settore dell’energia – dichiara Starace – vive una fase di profonda trasformazione . Le tecnologie rinnovabili sono divenute sempre più economiche, passando dall’essere alternative al diventare convenzionali nel nostro sistema energetico – continua Starace. Fornire elettricità sempre più da fonti rinnovabili ed elettrificare i consumi è la chiave per garantire un futuro sostenibile. Se è vero che l’evoluzione delle rinnovabili nell’ultimo decennio ha superato tutte le aspettative, l’approccio di Enel è puntare ad una generazione sempre più rinnovabile diffusa sul territorio, utilizzando in modo equilibrato le leve dell’efficienza energetica” .

La mattinata si è conclusa con un tour dell’ad  di Enel all’interno dei laboratori di ricerca dell’Ateneo, in particolare delle strutture che operano nei settori ambientale e del risparmio energetico.

In allegato alcune immagini significative dell’incontro.

Al seguente link i video e le interviste liberamente utilizzabili dalle emittenti: https://drive.google.com/drive/folders/1jqwDPiLtbC3Vsyr2GKQUf17OkXEv6UXr

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.