De Luca: ”Ereditato buco di 2 mld di €. Spalmadebiti o chiudo la Regione”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
Non poteva mancare nel suo classico discorso del venerdi su Lira Tv il riferimento del Governatore della Campania Vincenzo De Luca sul risultato delle regionali in Sicilia dove c’è stata una sonora benchè preannunciata sconfitta del Pd. L’ex sindaco di Salerno attacca il suo omonimo arrestato (“si sono coperti di gloria dopo neanche 48 ore e questo ha pure il cognome sbagliato…”), poi aggiunge: “I gruppi dirigenti 5 Stelle sono truffatori: Di Maio predica la lotta alla ‘casta’ di cui fa parte; è un politicante, non fa altro lavoro. Impoverimento delle classi dirigenti e programmi indefiniti determinano una violenza nel linguaggio e un’aggressività inaudite. Tutta colpa di Lega – vecchia e nuova – e 5 Stelle. Questi ultimi sono  squadristi, hanno aggredito il presidente del Consiglio regionale della Campania”. Allarga: “Con questa legge elettorale l’Italia torna indietro di 30 anni. Sarebbero serviti un proporzionale secco con soglia di sbarramento al 7% alla tedesca che avrebbe fatto scomparire l’80% dei piccoli partititi o il maggioritario secco alla francese. L’unica maggioranza la si è invece trovata su questa legge elettorale. Per grave responsabilità dei 5 Stelle che si sono rifiutati di discutere. Da anni lavoro per recuperare i progressisti che votano 5 Stelle”. Su Ostia: “Ci siamo accorti che lì c’è la malavita… Grandi gruppi di camorristi da anni hanno preso in mano il litorale laziale nei settori della balneazione e della ristorazione. Qualche ramificazione è arrivata anche a Roma-città”.

In ordine alla Campania, affronta dapprima il tema economico e dello sviluppo: “Il rapporto Svimez ha certificato l’aumento di 36mila posti di lavoro nell’industria. Dal luglio 2015 la Regione ha liquidato 3.6 miliardi a imprese e fornitori pur avendo ereditato un buco in bilancio di 2 miliardi. Un disastro finanziario. Spero che la legge di stabilità ci permetta di spalmare i debiti del 2013-14-15 in 20 anni. Sennò la Regione la chiudo e viene a governarla il ragioniere generale dello Stato”. Poi parla di sanità: “Loreto Mare su assenteismo, il Direttore generale della Napoli 1, gli appalti pulizie al Cardarelli del 2013. Tutte le indagini della magistratura risalgono a 4-5 anni fa. Nulla c’entrano con le attività dell’attuale giunta regionale: noi siamo entrati a metà 2015. Pieno e incondizionato sostegno a tutte le iniziative che tendono a fare luce fino all’ultimo angolo dell’amministrazione regionale. Il Diretore Generale del Cardarelli ha svolto un lavoro ottimo in un ospedale straordinario; ringrazio il personale encomiabile che personalmente sosterrò oggi. In Campania stiamo facendo una rivoluzione: abbiamo nominato tutti i direttori generali in una settimana senza contrattazioni politiche e scelti nell’ambito di un albo definito da una commissione ad hoc. Abbiamo approvato i conti consuntivi delle Asl non approvati dal 2012. Stiamo realizzando il sistema informatico unitario di tutta la sanità campana. Realizziamo centri anti-diabete, abbattiamo tempi attesa, riduciamo parti cesarei, definiamo rete medicina territoriale, facciamo partire la rete oncologica alla Napoli 3; recuperiamo ritardi sulle vaccinazioni, apriamo i pronto soccorsi chiusi al Cto, Incurabili, Policlinico di Caserta. Apriamo ospedale del Mare; ristrutturati ospedali di Giugliano, Pozzuoli, Castellammare, riorganizziamo il 118, definiamo le piattaforme per ridistribuzione farmaci. Approveremo il piano ospedaliero regionale, completiamo i contratti con il settore privato accreditato fermi a 15 anni fa. Siamo orgogliosi del lavoro in corso: saremo la prima sanità d’Italia”.

Discorso a parte per il manager dell’Azienda ospedaliera Universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno: “Cantone ha svolto un ottimo lavoro. Fu scelto dall’Albo dei Direttori Generali ma alcuni suoi colleghi hanno elevato una contestazione sui titoli. Siamo obbligati ad una valutazione strettamente formale e burocratica e alla correttezza amministrativa. Contestazioni formali a parte, credo che dovremo utilizzare la sua professionalità nell’ambito della struttura regionale”. Battuta sulle Universiadi: “Non conosco le nomine dell’Agenzia ma invito chi le ritenga illegittime a denunciare tutto alla Procura. All’Agenzia dico di fare le riunioni in Piazza del Plebiscito e di invitare i passanti, in particolare i barbieri…”. Sulla sicurezza: “Faremo della Campania la regione più video-sorvegliata d’Italia. Auguri al nuovo Procuratore Nazionale Antimafia Cafiero De Raho e un ringraziamento a Roberti”. Chiude sulle Luci: “La manifestazione è tra i principali eventi turistici della Campania con oltre 2 milioni visitatori da tutta Italia in un momento atroce per Salerno che commemora 26 donne morte non si sa come né perché. Si ripropone il contrasto tra insicurezza, a volte determinata da extracomunitari, e accoglienza”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. Ma come, in campagna elettorale questo GIULLARE parlava di rose e fiori, avrebbe salvato la SANITA’ pubblica e privata, diceva di tutto e di più mentre cercava fritture di pesce, adesso ci parla del buco di 2 miliardi presumibilmete ereditato(dovremmo sentire CALDORO in merito anche perchè non bisogna fidarsi delle parole di un GIULLARE), la verità e che sfotte i 5 stelle ma quando si va al governo sia esso Comunale ,Regionale o Nazionale non è facile per nessuno fare il MAGO, lui però sa fare bene il GIULLARE.

  2. Sfotteva l’inutile Caldoro di essere un turista svedese impomatato per caso alla Regione, e lui?
    Un giorno fa il pavone e racconta che è merito suo, mentre l’altro, invece, lui non c’entra niente ed è sicuramente colpa di qualcun altro.
    Ora, ha ereditato un buco di due miliardi?
    Così, improvvisamente…?!? e se ne accorge dopo quasi tre anni…?!?
    Caldoro&Company sono stati una reale sciagura, ma mi sà tanto che abbiamo fatto male a scegliere questo pagliaccio che, all’occorrenza quando gli conviene, continua a fare il pavone e lo scaricabarile

  3. Come ha detto BICIENZO ???
    “Saremo la prima Sanità d’Italia” …
    Giusto, non la migliore, ma la “PRIMA” , cioè la prima a fallire, la prima per corruzione e bustarelle, la prima per inefficienza, la prima per sprechi e ruberie.
    Ah, voi dite che intendeva la “prima” proprio nel senso della migliore d’Italia ????
    Huhahauahauhahahaha !!!
    Che buffone !!!
    E c’è in giro anche qualche deficiente che crede ancora a questo buffone ???

  4. È dal 1994 che, chi vince le elezioni, siano esse Politiche o Amministrative incolpa i politici precedenti per avergli lasciato disastri,ragion per cui quelli attuali non hanno potuto far niente , chi in 5 anni e chi in 4 anni. Ma dico è possibile andare avanti così in questo paese? Intanto cresce il disagio ed i problemi per milioni di persone.

  5. Se si deve fare default lo si faccia subito senza perdere tempo, altrimenti non vedo differenze con le azioni del presidente della città metropolitana

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.