De Luca, spero in piano per lavoro dedicato a Sud

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Assemblea pubblica organizzata da Confindustria Salerno su “Fiducia ai giovani. Opportunità, merito e talento per un Paese che vuole crescere”. Sono intervenuti, tra gli altri,  il ministro dell’Economia e Finanze, Pier Carlo Padoan, il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia ed il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. Il Governatore De Luca ha detto:

“Abbiamo due grandi criticità in Campania e nel Sud e cioè il tasso di emigrazione giovanile, soprattutto dei giovani scolarizzati, e il tasso di disoccupazione giovanile che rimane estremamente alto”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca questa mattina al teatro Augusteo di Salerno, a margine dell’assemblea pubblica di Confindustria.

“Dobbiamo continuare – ha rimarcato il governatore – nella linea di investimenti e mi auguro che nei prossimi mesi maturi l’idea di un piano per il lavoro dedicato al Sud che punti anche ad incrementare l’occupazione nella pubblica amministrazione”.

“I giovani – ha sottolineato De Luca – non credono più in questo Paese perché è un Paese nel quale si fa fatica a concretizzare una qualunque idea, un qualunque slancio positivo, creativo, perché la vera cappa di piombo che pesa sull’Italia e il groviglio burocratico, amministrativo, giudiziario che rende quasi una impresa eroica tradurre qualunque progetto in realtà. Lancio, però, anche ai giovani della Campania un messaggio di fiducia. Siamo ripartiti come Regione. Il 2018 sarà l’anno di decollo anche di grandi progetti territoriali, con i fondi europei, dal litorale Domizio, a Napoli Nord all’Agro Nocerino-Sarnese. C’è da guardare con relativa fiducia agli anni che abbiamo davanti”.

VIDEO

 

Padoan, contributo Campania a crescita è eccezionale

“I dati sulla crescita sono incoraggianti e fatemi sottolineare che il contributo della Regione Campania è veramente eccezionale ed è il segno che la crescita c’è”. Così il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan a Salerno all’assemblea degli industriali il quale ha sottolineato che ci sono alcune parti del Paese in cui si cresce di più “grazie al contributo specifico delle comunità e delle Regioni”.

“Si sta chiudendo una legislatura che offrirà a quella che seguirà un quadro oggettivamente migliore in termini di crescita e finanza pubblica. Noi non vogliamo nascondere niente a nessuno, il Paese sta migliorando”.

i definisce un ministro dell’Economia “stranamente ottimista” Pier Carlo Padoan e invita non “a compiacersi” dei risultati raggiunti ma a prenderli come “base di partenza per riprendere lo slancio”. Ad oggi sono stati compiuti passi in avanti importanti “ma il Paese può fare molto di più se continua nella strada intrapresa”. “C’è una strategia complessiva che fin ad ora ha dato risultati soddisfacenti che mette insieme il consolidamento della finanza pubblica e la crescita”

Boccia, Campania prima del Sud, bellissimo segnale

“La Campania è la prima del Sud perché ha fatto da acceleratore alle politiche economiche nazionali”. Lo ha detto – in merito alla crescita della regione – il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, oggi a Salerno in occasione dell’assemblea pubblica degli industriali. “È un bellissimo segnale ed è un messaggio di un paradigma di pensiero che in questo Paese deve cambiare. Prima decidiamo che cosa vogliamo definire nell’economia reale, poi individuiamo strumenti, quindi risorse e poi interveniamo sui saldi di bilancio. Non interveniamo sui saldi di bilancio prescindendo dagli effetti sull’economia reale; primato alla politica e valutazione della politica in funzione dei provvedimenti e dei risultati che questi realizzano sull’economia reale. Mi sembra, questa, una società post-ideologica con la quale dobbiamo fare tutti i conti, a partire da noi corpo intermedio dello Stato”.

Andrea Prete: «Giovani futuro del Paese»

“Dopo tanti anni di crisi dobbiamo guardare al futuro e il futuro sono i giovani. I giovani non sono un problema, sono la soluzione del nostro Paese”. Lo ha detto questa mattina, al teatro Augusteo, Andrea Prete, presidente Confindustria Salerno, nel corso dell’assemblea pubblica “Fiducia ai Giovani.

Opportunità, merito e talento per un Paese che vuole crescere” alla quale hanno partecipato il ministro dell’Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan, il presidente Confindustria Vincenzo Boccia e il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca, “Dobbiamo – ha aggiunto Prete – solo dare ai giovanile occasioni. Merito e talento sono ovviamente prioritari.

Le imprese faranno la loro parte. Da un punto di vista concreto, – ha rimarcato Prete – occorre un piano Marshall per l’inclusione dei giovani nel mondo del pubblico e del privato. Su questo tutti concordano. Lo chiede Confindustria per voce del suo presidente Vincenzo Boccia. Lo ha considerato prioritario, anche nella sua ultima Legge di Stabilità, il governo che, in questa direzione, si è mosso.

Al Paese, per ripartire insieme ai suoi giovani, serve un disegno dal lungo respiro e non dal fiato corto, che abbia risorse adeguate capaci di imprimere la scossa necessaria all’occupazione e di far immaginare il domani con maggiore slancio. Occorre, pertanto, agire e fare presto, fare ora. Ora che le previsioni per il 2017 e il 2018 – stando al Rapporto della Svimez sulla economia del Mezzogiorno – confermano che «il Sud è in grado di agganciare la ripresa, facendo segnare tassi di crescita di poco inferiori a quelli del Centro-Nord». La ripresa, seppur ancora fragile, quindi c’è e dobbiamo assecondarla per rilanciare l’economia e i posti di lavoro”.

Secondo Prete “non andremo, però, molto lontano se a correre su gambe agili non sarà anche la Pubblica Amministrazione. Ad oggi, i dipendenti pubblici con meno di 35 anni nel nostro Paese arrivano appena all’8%, mentre in Francia e Regno Unito sono 1 su 4. La percentuale di laureati nelle amministrazioni pubbliche italiane (fatta eccezione per i grandi comparti della scuola e della sanità) è, invece, appena il 26% (dati Istat).

Ben venga, allora, quella che è stata definita la grande scommessa per il Paese, ovvero il possibile ingresso, nei prossimi anni, di mezzo milione di giovani nella PA. Una sferzata di energia e di impegno da parte delle nuove generazioni a rendere migliore, più forte ed efficiente, il nostro Stato, al Sud e al Nord”.

Il sindaco Napoli su facebook ha così commentato:

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.