Assenteismo al Ruggi, inchiesta chiusa partono quattrocento avvisi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Prime richieste di rinvio a giudizio per i 400 indagati della seconda tranche dell’inchiesta sull’assenteismo all’Ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona culminata l’estate scorsa con gli avvisi di conclusione delle indagini notificate dal sostituto procuratore Francesco Rotondo.

La nuova tranche dell’inchiesta riguarda sia infermieri che medici e ausiliari. Nei mesi scorsi alcuni degli indagati sono riusciti a far stralciare le loro posizioni, dimostrando scambi di persona ed errori nell’interpretazione dei filmati registrati dalle telecamere collocate dalla Guardia di finanza.

Per gli altri (che sono la grande maggioranza) inizia adesso la fase dell’udienza preliminare, in cui dovranno scegliere se andare avanti con il procedimento ordinario (rischiando il rinvio a giudizio) oppure provare a chiudere il processo allo stato degli atti con un rito abbreviato, sperando in una pronuncia di assoluzione e contando su uno sconto di pena in caso di condanna.

Intanto davanti al giudice della seconda sezione penale del tribunale di Salerno, continua il processo a carico dei primi 12 imputati protagonisti di uno dei tanti tronconi in cui si è divisa la mega inchiesta. Truffa ai danni dello stato e false attestazioni o certificazioni nell’utilizzo del badge, sono le ipotesi di reato contestate ai tredici dipendenti incastrati dalle immagini delle telecamere puntate su due macchinette marcatempo.

Ottantadue gli episodi presi in considerazione dal magistrato che ha applicato a tutti gli imputati e per tutti gli episodi contestati, entrambe le ipotesi di reato di truffa, che inizialmente era contestata solo ad alcuni, ed uso fraudolento del budget.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Mi auguro che sia condannato anche qualche Dirigente , non è giusto che paghi solo chi ha commesso il reato che deve pagare ma tutte queste persone avevano dei Dirigenti? E dov’erano?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.