Luci cafone a Pastena, Santoro risponde agli attacchi della maggioranza

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
“Apro i giornali nella speranza di leggere qualche notizia positiva, spero nel “miracolo” di leggere qualcuno della maggioranza che annunci finalmente interventi concreti, come le potature lì dove gli alberi si sono impossessati dei balconi dei poveri salernitani o di manutenzione stradale in una città in cui ormai si pratica lo sport del salto alla buca. Invece questa volta si sono superati. Infatti con un comunicato, ben 5 consiglieri di un gruppo della maggioranza hanno deciso di fare gli avvocati difensori, senza titolo, dell’artista delle luci che ci hanno appioppato a Pastena, consigliandomi addirittura di chiedergli scusa per averle definite luci da sagra”.

Con queste parole il consigliere Dante Santoro di Giovani salernitani-Dema risponde al gruppo di maggioranza che ha “difeso” le installazioni luminose della zona orientale.  “In primis consiglio  agli apprendisti avvocati una lettura della nostra Costituzione che al primo comma dell’articolo 21 cita testualmente “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione” e proprio nel rispetto della mia libertà d’espressione gli ribadisco che quelle luci, le avesse fatte pure Picasso o Van Gogh, per me restano assolutamente di cattivo gusto – continua Santoro- con tanti argomenti da trattare (e c’è l’imbarazzo della scelta con tutti i danni che il governo della loro maggioranza sta facendo in città) i cinque consiglieri dello stesso gruppo hanno maturato un pensiero unico tale da diramare un comunicato comune contro di me.

Il pensiero unico, e non la libertà di pensiero, è proprio il problema vero della politica della nostra città. C’è da sottolineare anche che le stesse installazioni sono state utilizzate nel lontano 2011 a Pompei, cosa ancor più grave, prova che siamo diventati luogo di “riciclo”. Resta poi da capire il perché siano sempre le stesse da anni e quanto effettivamente queste luci d’artista di importazione costino ai salernitani.  Io voglio il bene della mia città – conclude Santoro – e per questo faccio e dico ciò che reputo giusto, il resto sono fenomeni di “pappagallismo politico” di cui Salerno non ha proprio bisogno”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. Ma è possibile che una persona che esprime la sua opinione per conto di una comunità le quali non poche a condividere l’obbrobrio che ci hanno imposto a noi cittadini non che contribuenti debba essere bersaglio di un gruppo di gente che non riesce nemmeno a guardare al di là del proprio ego.
    Con Tavecchio non ci siamo ribellati prima che uscissimo dai mondiali e sappiamo tutti i risultati.
    Il nostro Sindaco è attento al bene del suo Comune cortesemente tirate giù quei cosi prima che i turisti ci deridano e che non tonino più grazie.

  2. SANTORO MA CHI SI O SALVATOR E SALIERN ASPETTAVAMO GIUSTO UN SANTONE MENO MALE CHE SEI ARRIVATO TU, STAI SEMP A MIEZZ SEI COME QUELL’ALTRO CELANO CHE PARLA NON CONCLUDE NIENTE VA FATIC MA SERIO !!

  3. Tu diritto di libera critica loro senza diritto di libera controcritica.
    L’amministrazione vada avanti a carrarmato senza trascurare i dettagli.

  4. Luci riclate da Pompei addirittura nel 2011……… E I FESSI ABBOCCANO E PAGANO LE TASSE!! SANTORO SALVACI TU!

  5. Cambiamo mentalità e prepariamo l’evento, tutti assieme e nessuno escluso, già a partire da maggio.
    Non se ne può più di questo pressapochismo che investe tutti i livelli della nostra società.
    E non sto a parlar male di qualcuno, non mi interessa. Dico solo che o ci diamo una mossa oppure l’unico evento che porta un po’ di turismo in città fra qualche anno morirà.

  6. Santoro, a 32 km da Pastena ci sta avellino. Facci un pensierino che l’eleganza della splendida città irpina cancellerà in un sol colpo la cafonaggine dell’orrenda Salerno, così i tuoi occhietti torneranno a guardare il bello ed il tuo cuoricino tornerà a battere per la felicità.

  7. Il diritto di espressione è sacrosanto per tutti. Però da qua a dire che Santoro dovrebbe scusarsi per aver detto la verità, io sono d’accordo le luci di pastena sono orrende.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.