Salerno: nuovo sistema di illuminazione per il Porto per migliorare l’operatività

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Per la città di Salerno il periodo natalizio coincide con l’inizio della kermesse “Luci
d’Artista” che ogni anno vede migliaia di turisti invadere la città per ammirare le
installazioni luminose che risplendono e che garantiscono un giro di affari di svariate
centinaia di migliaia di euro tutto a beneficio dell’economia locale. Uno dei più importanti fattori di sviluppo economico della città campana è anche il Porto che con i traffici marittimi e le varie imprese portuali ed il relativo indotto garantisce un fattore occupazionale di tutto rilievo.

Le caratteristiche strutturali del porto di Salerno però non sempre si conciliano con che le esigenze del mercato di impiegare navi con maggiore capacità di carico ed è innegabile che le Istituzioni debbano promuovere tutte le azioni necessarie per superare la contrapposizione tra la marcata tendenza al gigantismo navale e lo stato delle infrastrutture portuali.

“Il ruolo del Comandante del Porto – ha dichiarato il neo Comandante della Capitaneria di Porto, Capitano di Vascello MENNA, è quello di garantire la sicurezza della navigazione e degli ambiti portuali, ma anche quello di promuovere tutte le azioni necessarie per facilitare i processi economici legati ai cicli produttivi che si svolgono nei porti. La conformazione del bacino portuale, le condizioni tecniche e logistiche delle banchine consente la movimentazione di navi di lunghezza superiore a 250 metri esclusivamente dall’alba al tramonto.

Questo comporta naturalmente dei grossi limiti operativi ed un ritardo nelle operazioni commerciali, a svantaggio dei traffici portuali e quindi del livello di competitività
di Salerno in ambito nazionale ed internazionale. Per superare tale limite, fondamentale è
il dialogo continuo tra l’Autorità Marittima, l’Autorità Portuale e gli operatori del servizio di
rimorchio, ormeggio e pilotaggio per tutelare gli interessi pubblici primari, quali la
sicurezza della navigazione, ed i bisogni dell’utenza che richiede tempi certi, affidabilità e
sicurezza per i traffici marittimi”.

Ed è proprio in tale ottica che nelle ultime ore il porto di Salerno ha registrato
un’importante novità al fine di aumentare la propria operatività: il completamento, grazie
anche alla collaborazione degli imprenditori locali, del nuovo sistema di illuminazione del
molo di sopraflutto. Grazie a tale sistema, per la prima volta il Comandante del porto ha
autorizzato l’uscita dopo il tramonto di una nave di lunghezza superiore a 250: è iniziata
quindi una nuova fase per il porto di Salerno, un periodo di sperimentazione che qualora
darà gli auspicati esiti positivi, soprattutto se saranno garantiti gli standards di sicurezza
della navigazione, costituirà un elemento fondamentale a favore di tutta la collettività
assicurando al porto di Salerno un posto di rilievo nel panorama economico
internazionale.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Ecco un altro importante tassello che doterà il porto di un sistema di illuminazione in grado di consentire arrivi e partenze di navi di grosso tonnellaggio anche nelle ore notturne.
    Per fronteggiare il trend del gigantismo navale ogni iniziativa è buona onde mantenere ad alti livelli la capacità a competere nel mercato dei traffici marittimi.
    Giustamente il Comandante Menna ha sottolineato come il suo ruolo – ma direi anche di tutti i vari operatori portuali pubblici e privati – è “quello di promuovere tutte le azioni necessarie per facilitare i processi economici legati ai cicli produttivi che si svolgono nei porti”.
    Immagino che al Comandante, forte delle conoscenze acquisite in altri sorgitori, non sarà sfuggito, proprio nell’ottica di cui sopra, che il porto di Salerno, nella contrapposizione fra le esigenze poste dal gigantismo navale e le sue infrastrutture di terra, soffre di una grossa lacuna, per certi versi direi quasi paralizzante.
    Si potranno scavare i fondali alle massime profondità richieste, si potranno illuminare moli e banchine ai più alti gradi di illuminamento, si potranno dare alle banchine ulteriori spazi con riempimenti a mare, ecc.
    Ma, se tutto questo non è affiancato da un collaterale incremento dei sistemi di movimentazione e trasferimento di merci e container, allora ogni sforzo sarà risultato vano, col rischio di creare dei pericolosi e controproducenti colli di bottiglia.
    Notoriamente si va verso il trasporto su rotaia e si proclama che ormai è tempo di “far scendere le merci dai camion e trasferirli sui carri ferroviari”.
    Ci sono convenienze di natura economica in senso lato, che non sto ad elencare.
    All’estero molti porti sono già attrezzati in tal senso. Anche in Italia si sono avviate molte iniziative, in sinergia con RFI e Trenitalia.
    Salerno soffre però di mancanza di spazi e limitazioni nell’area retroportuale per la presenza della collina alle sue spalle. Anche Genova è così ma lì si sta forando l’Appennino con un tunnell molto impegnativo per facilitare i trasporti verso Piemone e Lombardia e quindi verso l’Europa.
    Salerno può imitare la città ligure e con un traforo molto più corto può creare un doppio fascio di binari direttamente dal porto al corridoio ferroviario tirrenico.
    Occorre che tutti gli operatori portuali si mobilitino per trovare al problema la soluzione più idonea, ormai divenuta – ritengo – indifferibile.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.