Droga nascosta nei palloncini colorati, il blitz della Polizia a Salerno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Usavano i palloncini colorati che piacciano tanto ai bambini gli eredi del clan D’Agostino per custodire la droga. E’ uno dei particolari che emerge dopo il blitz della Polizia di Salerno che ha portato all’ esecuzione di 17 misure di custodia cautelare nei confronti di altrettante persone (7 in carcere, 5 ai domiciliari e 5 con l’obbligo di dimora e presentazione alla polizia giudiziaria) nei confronti delle nuove leve del clan D’Agosti­no che si rifornivano nei quartieri di Pastena, Mercatello e Pastena e finiti nel mirino della Squadra Mobile nell’ambito di una inchiesta della Direzione distrettuale antimafia, presso la Procura della Repubblica di Salerno

I ca­richi di droga che arrivavano dovevano essere nascosti in luoghi sicuri ma, soprattutto, diffìcilmente riconducibili ai membri del sodalizio di spac­ciatori. La droga veniva nascosta dietro delle matto­nelle alle quali i pusher fanno spesso riferimento nel corso delle conversazioni telefoni­che.

Gli indagati sono tutti accusati di far parte di un’associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. Le indagini sono partire nel 2015.

La rete di spacciatori era capeggiata da Ciro D’Agostino, vertice dell’organizzazione e reggente del clan.

La droga veniva acquistata nell’hinterland napoletano per poi essere suddivisa in un nascondiglio nel comune di Pellezzano, poi veniva commercializzata nelle zone di Pastena, Mercatello e Fratte.

Venticinque dunque le richieste di misure cautelari avanzate dalla procura ordinaria e dalla Dda, diciassette quelle accolte dal gip Ubaldo Perrotta che ha spedito in carcere Ciro e Raffaele D’Agostino, Massimo Sabato, Carmine Caputo, Michele Cavallo, Ciro Galioto e Armando Mastrogiovanni; ai domiciliari Davide Carratù, Roberto Barbarisi, Emilio Marmo, Enrico Alfano, Stefano Maisto; e ha imposto l’obbligo di dimora e presentazione alla polizia giudiziaria per Gianluca Carratù, Galip Dalip, Rosario Cavallo, Massimo Siniscalchi, Fiorenzo Paroti; indagati a piede libero tutti gli altri. L’accusa per tutti è di associazione finalizzata allo spaccio di cocaina ed hashish.

Nel corso delle indagini, difatti, i poliziotti sono riusciti a recuperare anche importanti quantità di droga. Come un chilo di cocaina sequestrato il 21 marzo dello scorso anno a Sabato il quale, dopo pochi giorni, il 25 marzo, era di nuovo in trasferta a Torre Annunziata per fare altri acquisti, recandosi nel Vesuviano sia di mattina che di pomeriggio.

Le misure disposte dal Gip, tutti i nomi

IN CARCERE: Ciro D’Agostino, 43 anni, nato a Salerno e residente a Pellezzano; Raffaele D’Agostino, incensurato, nato e residente a Salerno; Massimiliano Sabato, 35 anni, nato a Salerno residente a Pellezzano; Carmine Caputo, nato a Pagani, 22 anni, residente a Salerno; Michele Cavallo, 46 anni, nato e residente a Salerno; Ciro Galioto, 42 anni, nato e residente a Salerno; Armando Mastrogiovanni, 27 anni, nato e residente a Salerno. AI

DOMICILIARI: Stefano Maisto, 29 anni, nato a Torre del Greco e residente a Salerno; Roberto Barbarisi, 36 anni, nato e residente a Salerno; Davide Carratù, 48 anni, nato e residente a Eboli; Emilio Marmo, 43 anni, nato e residente a Salerno; Enrico Alfano, 36 anni, nato e residente a Salerno.

OBBLIGO DI DIMORA E PRESENTAZIONE ALLA PG: Dalip Galip, incensurato, 36 anni, nato in Macedonia e residente a Salerno; Gianluca Carratù, 22 anni, nato e residente a Eboli; Massimo Siniscalchi, 47 anni, nato a Salerno e residente a Pellezzano; Fiorenzo Parotti, 30 anni, nato e residente a Salerno; Rosario Cavallo, 40 anni, nato e residente a Salerno.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.