Collegi elettorali: la dichiarazione del Sindaco di Oliveto Citra

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

“Dispiace doverlo dire, ma la determinazione dei collegi elettorali che pare venire fuori dal decreto legislativo approvato ieri dal Consiglio dei Ministri finisce per penalizzare ancora una volta una porzione ben specifica della provincia di Salerno. Tanto per la Camera che per il Senato, il territorio provinciale mantiene infatti una sua compattezza pressoché totale, ad eccezione di sette comuni (oltre a Oliveto Citra anche Campagna, Castelnuovo di Conza, Colliano, Contursi Terme, Santomenna e Valva) che vengono accorpati all’area avellinese.

Senza giri di parole, questo non potrà che determinare un deficit di rappresentatività per un’area già più volte soggetta a tentativi di marginalizzazione. E, si badi, che ‘deficit di rappresentatività’ non rappresenta certo un concetto astratto: quando c’è, finisce infatti fatalmente per tradursi in scarsa attenzione ai territori, carenza di investimenti pubblici e talvolta finanche disparità di trattamento. Affermare il contrario sarebbe francamente ingenuo, se non addirittura farisaico.

Oliveto Citra, il Comune del quale sono sindaco, sta uscendo con fatica dalla fase di crisi che ha colpito l’Italia tutta. Con intuizioni, progetti, iniziative e politiche stiamo riuscendo a rianimare la Comunità locale, ad attrarre nuovi investimenti, a restituire fiducia ai nostri giovani. L’idea di essere trattati per l’ennesima volta come ‘figli di un dio minore’, nella prospettiva di un isolamento politico-amministrativo che non potrà che penalizzare il nostro lavoro di amministratori e gli interessi legittimi della nostra gente, è un dato che ci rattrista profondamente.

Il Comune di Oliveto ha immediatamente avviato tutti gli atti amministrativi necessari a contrastare questa ipotesi di smembramento politico di fatto della provincia di Salerno. E invito i colleghi sindaci dei Comuni interessati al problema ad attivarsi rapidamente in questo senso e a intraprendere, quanto prima, anche azioni congiunte di pressione istituzionale, per fare in modo che nelle Commissioni competenti di Camera e Senato il provvedimento possa essere rivisto e corretto”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.