M5S: “C’è stop termovalorizzatore, ma Canfora rilancia impianto di Giffoni”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa

“Una decisione balorda, oltre che impopolare, quella adottata per la discarica di Giffoni Valle Piana. Negli ultimi giorni il presidente della Provincia di Salerno Giuseppe Canfora (Pd), ha rilanciato il progetto di una discarica in località Sardone, sebbene con il piano rifiuti 2015 la Regione ha accantonato il progetto”. E’ quanto denuncia il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Michele Cammarano, che sulla questione questa mattina ha depositato un’interrogazione a risposta scritta. “Pretendiamo chiarimenti su una vicenda che da quasi 10 anni viene strumentalizzata sulla pelle dei cittadini. Che senso ha, in una fase in cui i termovalorizzatori sono fuori dal volere delle comunità locali, oltre che dalla programmazione regionale sui rifiuti, riattivare le procedure a riguardo? Ci risulta, infatti, che allo stato siano ancora in corso le procedure amministrative, confermate da atti a firma del presidente Canfora, per la realizzazione dell’impianto previsto nel 2008 nell’area di Giffoni Valle Piana. Una procedura in fase avanzata, sebbene la nuova legge regionale sul riordino del ciclo dei rifiuti rimetta alla sola Regione ogni competenza in materia di nuovi impianti. Non comprendiamo come, in completa autonomia, la Provincia possa dichiarare ancora utile, dopo 9 anni, un’opera ad oggi non prevista da alcun piano regionale. Per non parlare dell’eventuale spreco di denaro pubblico provocato dai milioni di euro stanziati per gli espropri delle aree in questione”.

“Ci chiediamo infine perché – conclude Cammarano – Canfora, piuttosto che confermare come da piano regionale l’inutilità del termovalorizzatore, rimetta al consiglio provinciale la decisione su una scelta illegittima nella forma e nella sostanza. Scelta ancora più discutibile se si pensa che da recenti dichiarazioni rilasciate agli organi di stampa, il presidente della provincia di Salerno a proposito del comune di Sarno, di cui è sindaco, abbia pronunciato un secco no persino all’apertura di un impianto di compostaggio”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Questa storia dell’inceneritore mi farà votare per il M5S, che per molti versi detesto. Ma in questo hanno ragione, è una cosa scandalosa.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.