Bandiera Firenze, Cirielli (FdI): “Pagherò corso storia a intellettuali sinistra”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa

“Nel maldestro tentativo di screditare le forze dell’ordine, che ogni giorno garantiscono la sicurezza degli italiani, gli intellettuali di sinistra hanno non solo confermato un’intollerabile ossessione verso il mondo della destra ma rivelato un’ignoranza senza precedenti”: è quanto afferma in una nota Edmondo Cirielli, deputato di Fratelli di Italia, esprimendo solidarietà ai carabinieri della caserma Baldissera, dove ha sede il 6/o Battaglione dei carabinieri, finiti al centro delle polemiche per l’esposizione di una bandiera della marina imperiale tedesca scambiata per una bandiera del terzo Reich.

“Emilio Fede – ironizza Cirielli – avrebbe apostrofato i noti intellettuali con la tradizionale frase: Che figura di m”….

“Era del tutto evidente che non si trattava di una bandiera del terzo Reich visto che non c’era la svastica ma il simbolo della marina imperiale tedesca risalente alla prima guerra mondiale quando il nazismo non esisteva” – conclude Cirielli – annunciando l’intenzione di promuovere una colletta per finanziare un corso di storia agli intellettuali di sinistra”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. E’ vero l’ignoranza regna sovrana, ma caro On.le Colonello Cirielli sa che quella bandiera è usato dai neonazisti in Germania che, distorcendone il significato, la usano sfilando con il passo dell’oca, perché li è vietato tassativamente esporre simboli nazisti, si va in galera? La domanda è: lo sapeva il carabiniere che la “deteneva”? Non esposta attenzione visto che la camerata equivale al domicilio per un militare e che quella è una foto rubata ad una struttura militare prima ed ad un domicilio privato poi? Ma soprattutto caro Lei lo sapeva o no di questo uso distorto? Infine visto che Lei conosce la storia così bene, pure ammesso che il ragazzo 20 anni (sic!) non ne conoscesse l’uso distorto ma che ne fosse solo un collezionista, lo sapeva almeno che per mano della Reale Marina Germanica del Secondo Reich cmq sono morti soldati italiani e alleati, in una guerra che forse Lui e Lei non ricorda ci vedeva nemici? Se proprio vuole prendere le difese dell’Arma, sicuramente non richieste, faccia una interrogazione parlamentare verso le norme infrante per rubare quello scatto (verso una struttura militare e all’interno di un domicilio privato, come è quello di un alloggio militare) che ne esce meglio.

  2. Esatto principe Arechi per la violazione ma è altrettanto vero che l’immagine del che tanto usata ancora oggi finanche per delle pubblicita’ è sinonimo di terrorismo rosso e di guerriglia contro i poteri costituiti…sempre due pesi e due misure…pugno chiuso si mano tesa no…falce e martello si fascio littorio no….l’uso distorto del simbolo della marina militare tedesca è riferito solo al senso di patriottismo verso la patria e sinonimo di appartenenza non certo simbolo nazi….riferimento per tutti i nazionalisti e amanti della propria Patria….

  3. Principe Arechi NOT IN MY NAME scrive “…. sa che quella bandiera è usato dai neonazisti in Germania che, distorcendone il significato, la usano sfilando con il passo dell’oca, perché li è vietato tassativamente esporre simboli nazisti ….” dal che si deduce che non è un simbolo nazista, spero che i neonazisti non usino il cucchiaio perché stasera a casa mia c’è minestra …

  4. Il nostro segretario della Camera, già colonnello dell’Arma e manifestamente ignorante rispetto alla storia d’Italia ed in particolare della Resistenza, può gentilmente anche spiegarci che cosa ci faceva una bandiera della marina militare imperiale tedesca in una caserma dell’Arma dei Carabinieri della Repubblica Italiana, o possiamo rendere ridicola la Benemerita appendendo un pò le bandiere che ci pare? Prossimamente metterà una bandiera della juventus?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.