Agropoli: al Museo esposte le opere di Luca Giordano e Paolo De Metteis

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Il museo Acropolis, sito nel borgo antico di Agropoli, si arricchisce di nuove prestigiose opere di fama internazionale. Sarà esposta, infatti, a partire dall’11 dicembre e fino all’8 gennaio 2018, la mostra dal titolo: “Un cilentano nella bottega del maestro”. Si tratta di tre nuove opere di Luca Giordano: “Il ratto d’Europa”; “San Gennaro”; “Strage degli innocenti”. Giordano, rappresentante del barocco napoletano, fu influenzato dal Caravaggio e da Mattia Preti. A queste opere, che provengono da una collezione privata, si uniranno quelle del suo allievo Paolo De Matteis: “San Nicola”; “La deposizione del Cristo”; “San Giuseppe col bambin Gesù”; “San Michele Arcangelo in lotta contro il demonio”.

Queste ultime sono di proprietà della Fondazione “Vico” che gestisce il museo. Inaugurato nel giugno 2017, il museo comunale in pochi mesi di attività ha fatto già registrare migliaia di visitatori, italiani e stranieri. E il futuro appare ancora più roseo grazie all’impegno della Fondazione “Vico” su impulso dell’Amministrazione comunale. «La civiltà di un popolo – afferma il Sindaco Adamo Coppola – si misura in base al grado di cultura che esso possiede. Stiamo dando ampio spazio a questo settore, sicuri che sia la carta vincente per ampliare la nostra offerta turistica.

Da Città di mare e di Sport a Città della Cultura il passo è certamente ambizioso, ma a noi le sfide piace vincerle, come abbiamo dimostrato in questi ultimi anni e sappiamo di poter riuscire a spuntarla anche in questo caso».  «E’ la prima volta – afferma il professore Vincenzo Pepe, presidente della Fondazione “G. Vico” – che Agropoli ospita una mostra di livello internazionale, con autori che sono esposti, di solito, solo in importanti musei presenti in Europa e nel mondo. Si tratta certamente di una nuova importante attrazione turistica e culturale per Agropoli. L’utenza sta rispondendo molto bene: ad oggi il museo Acropolis ha fatto registrare numeri notevolmente maggiori rispetto a quelli della precedente location del Museo del Grand Tour».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.