Salernitana, che gelo! Il Foggia cala il tris all’Arechi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
17
Stampa
La temperatura gelida di stasera è calata all’83’ sull’Arechi di almeno altri 10 gradi. Il gol di Floriano a sette minuti dal termine ha gettato nello sconforto la tifoseria granata che dopo la vittoria di Chiavari credeva stasera in un bis che avrebbe portato la Salernitana a trovare la zona play-off sotto l’albero. Invece una squadra sprecona, che ha cercato di sbloccare la gara più con invenzioni personali che con azioni ben strutturate. Ci ha provato Kiyine nel primo tempo, Sprocati nel secondo. I tre legni, Signorelli, Sprocati e Rossi nel finale pesano tanto, ma pesano anche i cambi di Colantuono con l’ingresso di un Rosina che ha spento la squadra granata, cosi nel finale prima Floriano poi Agazzi e ancora Floriano rifilano tre montanti in pieno volto che rovinano il Natale ai granata.

PRE-PARTITA

Salernitana dunque che ospita questa sera il Foggia all’Arechi. Cercano il bis i ragazzi di Colantuono dopo aver espugnato Chiavari. Ora bisogna vincere in casa e regalare un Natale felice ai tifosi granata che attendono la svolta. Per farlo bisogna battere un Foggia affamato di punti ed arrabbiato con Stroppa che si gioca il posto questa sera. In un Arechi che presenterà larghi spazi vuoti e temperature polari la Curva Sud proverà a riscaldare tutti con la voce e con una scenografia strappa applausi. Quella di stasera è la gara del debutto all’Arechi del neo mister. Otto mesi fa ci venne da avversario col Bari strappano un punto alla squadra di Bollini. Oggi quella squadra in cui sono rimasti pochissimi interpreti è guidata da lui che deve rimetterla in carreggiata.

In casa i granata non vincono da oltre un mese e mezzo. Ultimo acuto con l’Empoli. Poi tutti pareggi. Il Foggia di Stroppa all’asciutto di successi da 5 giornate ha una difesa ballerina con 39 gol subiti. In pratica viaggia ad una media di 2 gol subiti a partita

Colantuono schiera la Salernitana con il 4-2-3-1 confermando l’undici di Chiavari. Davanti ad Adamonis la coppia collaudata Schiavi-Mantovani con Bernardini che rimanda il suo rientro dal primo minuto. Sugli esterni Pucino e Vitale confermati terzini. Novità forzate pure a centrocampo, dove manca per squalifica Minala ma son venuti meno per problemi fisici pure Odjer e Rizzo (non convocati): dentro, allora, Signorelli accanto a Ricci. Conferma anche per Gatto, Kiyine e Sprocati  che agiranno a sostegno della prima punta. Lì davanti parte Bocalon con Rossi pronto per la staffetta nella ripresa.

Il Foggia giocherà con il 3-5-2. Ancora difesa a tre dunque per i rossoneri di Stroppa, a serio rischio esonero. L’ex tecnico del Sudtirol dovrà rinunciare agli ex Mazzeo ed Empereur, tra gli altri, mentre recupera in extremis Camporese. In porta ci sarà il giovanissimo Tarolli, con Loiacono, Camporese e Martinelli in difesa. A centrocampo, da destra a sinistra, spazio a Gerbo, Deli (ex di passaggio), Agnelli (ex di turno), Agazzi e Rubin. In attacco ci saranno Beretta e Chiricò. Arbitra Marini di Roma.

IL MATCH

Serata gelida all’Arechi dove non c’è il pubblico delle grandi occasioni. Solo trecento i tifosi giunti da Foggia, ingente lo spiegamento di forze dell’ordine all’esterno dello stadio con la chiusura di tutte le attività commerciali e metropolitana ferma. Squadre contratte anche forse per il gran freddo nei primi minuti. Cercano Signorelli prima e Deli poi a scaldare una serata polare. Anche Gatto prova a graffiare la difesa dauna che si salva in corner. Gli ospiti ci provano con qualche ripartenza senza incidere. Al 18’ prima azione pericolosa: cross dalla destra e sfera a Bocalon anticipato da Tarolli in corner.

Al 21’ si accende Kiyine che ci prova con un destro a giro con Tarolli che si rifugia in corner nuovamente. Dalla bandierina la testa di Schiavi è imprecisa. Chiricò prova a suonare la carica per i satanelli ma i pugliesi hanno un ritmo troppo blando. Al 25’ nuova occasione granata con un pasticcio foggiano che favorisce Gatto e Sprocati che non trovano i varchi giusti. La partita si vivacizza: ci riprova Chiricò con un tiro beffardo di poco fuori mentre la Salernitana è pericolosa quando affonda ma imprecisa negli ultimi sedici metri. Anche al 33’ i ragazzi di Colantuono divorano un invitante contropiede. Nel finale ancora Kiyine ci prova di destro ma Tarolli salva nuovamente in corner. Dalla bandierina Signorelli centra la traversa di testa. Non c’è più tempo. Si va al riposo con il nulla di fatto.

SECONDO TEMPO

Ripresa che comincia con gli stessi effettivi in campo. Parte bene la Salernitana con Sprocati lanciato a rete, fermato sul più bello. Risponde il Foggia con Deli, controllato da Schiavi. Dalla sponda granata ci prova ancora Signorelli, ma anche questa volta è sfortunato. La partita sembra più bella della prima frazione. Al decimo in contropiede ancora Sprocati spara di sinistro tra le braccia di Tarolli. I pugliesi non stanno a guardare, Adamonis chiude Beretta in uscita mentre Colantuono inserisce Di Roberto per Gatto. Lo stesso Di Roberto dopo uno slalom cade in area, ma per l’arbitro è simulazione e giallo per il calciatore.

Al 19’ ancora Sprocati vicino al gol, dopo un servizio di Signorelli l’esterno granata piazza di destro la sfera che centra il palo terminando tra le braccia di Tarolli. Al 20’ si rivede dopo molte settimane di assenza Alessandro Rosina al posto Kiyine mentre Stroppa inserisce Floriano per Chiricò. Al 26’ buon cross di Sprocati, al volo Di Roberto ma Tarolli è insuperabile stasera. Nei satanelli è il turno di Calderini per Beretta mentre Colantuono inserisce Rossi per uno spento Bocalon. E’ sempre Sprocati a provarci con i suoi tiri a giro che stavolta si spegne fuori. Al 32’ giallo per Gerbo per gioco falloso. Al 37’, a sorpresa, da un azione insistita il Foggia trova il vantaggio con Floriano lesto a sfruttare una dormita della difesa granata. Cala il gelo ancor di più sull’Arechi con i granata immeritatamente in svantaggio.

La squadra di Colantuono si innervosisce tentando un forcing molto confuso e cosi i satanelli con Agazzi pescano in contropiede il raddoppio. La partita è virtualmente chiusa con i tifosi dei distinti che lanciano fumogeni sul campo, colpendo anche di striscio Agnelli. Nel finale il terzo legno di serata colpito da Rossi non fa testo come invece fa peso il terzo gol di Floriano che chiude la partita tra i fischi dei 9000 mila dell’Arechi.

Il tabellino:

SALERNITANA: Adamonis; Pucino, Schiavi, Mantovani, Vitale; Signorelli, Ricci; Gatto (11’st Di Roberto),  Kiyine (22’st Kiyine), Sprocati; Bocalon (30’st Rossi). A disp.: Russo, Iliadis, Popescu, Perico, Bernardini, Zito, Alex, Rodriguez. All.: Colantuono.

FOGGIA (3-5-2): Tarolli; Camporese, Loiacono, Martinelli; Gerbo, Deli, Agazzi, Agnelli, Rubin (39’st Figliomeni); Chiricò (22’st Floriano), Beretta (28’st Calderini).  A disp.: Sarri, Sanchez, Loiacono, Coletti, Fedele, Ramé, Fedato, Lodesani. All.: Stroppa.

Arbitro: Marini di Roma 1.

Ammoniti: Di Roberto (S), Gerbo (F), Calderini (F), Pucino (S).

Reti: 38’st e 50’st Floriano (F), 43’st Agazzi (F).

Spettatori: 8938

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

17 COMMENTI

  1. Ho visto la partita, due squadre mediocri, ma l’abbiamo persa grazie a colantuono, anche un’ ignorante avrebbe capito che soffrivano centralmente a centrocampo e il genio ha messo Rosina che sulla destra si pestava i piedi con Di Roberto. Dopo questa partita rivaluto Bollini

  2. A me, un funzionario dello (s) tato, il celeberrimo (c) arabiniere, il quale si sente leone con le persone normali, ha preteso che buttassi l’accendino!!
    E i fumogeni invece?!
    Come fanno ad entrare?!
    Forse li portano persone non proprio normali(criminali), di fronte alle quali, il
    (c) arabiniere di cui sopra, da leone, si trasforma in pecorella!..
    Questa è l’Italia… Game over… Fate ridere!

  3. si vince una partita e subito…PLAY OFF. Mah? Ma l’avete capito che x Lotito la Salernitana deve restare al massimo in serie B e farà sempre da esperimenti x giovani futura LAZIO?

  4. Ho visto la partita, dal vivo.
    Molti di noi, non c’erano con la testa, o almeno fisicamente.
    Gli esterni, Sprocati e Gatto, di solito così determinanti, non saltavano l’uomo,
    non erano precisi nei cross, e nessuno aveva il guizzo, lo spunto rabbioso negli ultimi 25 metri.
    Bocalon non si faceva trovare, non prendeva la palla nè si smarcava.
    Signorelli e anche Ricci lenti e con poche idee. Solo Kyine e Pucino
    che aiutava Gatto sulla destra stavano meglio.
    Loro ben chiusi ci hanno ben controllati, con un po’ di fortuna,
    ma stavano meglio fisicamente e sornioni, appena noi
    abbiamo tirato il fiato, hanno fatto tre squilli
    nel finale. Vittoria meritata, altro che no.
    In generale ? La mia impressione è stata quella di una squadra di dopolavoristi,
    nella partitella digestiva dopo pranzo. Nessun guizzo, nessuna fame.
    (Non parliamo poi della ferocia che vorremmo noi tifosi).
    Ho il forte sospetto che la cena di Natale di lunedì scorso
    (solo tre giorni prima!) sia “rimasta sullo stomaco” a molti giocatori;
    facile dirlo ora, ma secondo me era inopportuna per l’ora (serale),
    per il momento (a tre giorni dalla partita) e per il fatto che
    avendo appena vinto col nuovo allenatore pensavano
    inconsciamente di aver voltato pagina facilmente, senza fatica,
    con la benedizione della Società.
    La verità è che in campo andate sempre Voi giocatori,
    per vincere bisogna sempre sudare, e se pensate
    che a fare la partita sia l’allenatore o i compagni mentre voi digerite
    e giochicchiate avete sbagliato completamente. In B, soprattutto, vince chi
    sta meglio e ha più fame e voglia di vincere. Noi, ieri,
    non ne avevamo. Per favore “mangiate” poco.
    Ora più di prima Vogliamo massima professionalità, allenamenti seri e prestazioni
    feroci. Testa al Palermo.

  5. partita mediocre che però non meritavamo di perdere in tutta onesta’ ma il calcio è anche questo. il cavacesso come al solito viene sui nostri siti a commentare la nostra squadra perché non ha identita’nè colori perché la sua cessosquadra non esiste. lui è solito andare a vedere i film porno o gli altri che sco.pano perché li non può……aspetto preoccupante il tifo di ieri molto scarso. e ancor piu’ preoccupante e imbarazzante l’atteggiamento dei novelli ultras. ma da quando le coreografie si pubbllicizzano sui siti? addirittura SU UNA PAGINA FACEBOOK un soggetto prometteva sorprese e mirabilie e poi…………….la COREOGRAFIA NON SI E’ FATTA……………..qua stiamo diventando RIDICOLI………………..ma che siete diventati fate pubblicita’ alle coreografie………………oramai in curva state diventando una banda di sprovveduti senza né capo né coda…….pareva che si stesse dando un’impronta diversa ed invece state crollando miseramente….

  6. UN SOLO MALE DI QUESTA SALERNITANA SI CHIAMA SOCIETA’ QUANDO LO VOLETE CAPIRE SPERO PRESTO, CON QUESTI NON SI VA DA NESSUA PARTE SOLO CAMPIONATI MEDIOCRI CONTRO SQUADRE MEDIOCRE

  7. Sfortuna a parte, non è possibile far tirare in porta in quella maniera, difesa disastrosa, soprattutto dal lato di competenza di Pucino ( e non è la prima volta).Poi vorrei che qualcuno mi spiegasse l’ impiego di Rosina a quel punto della partita ……….come sempre inefficace.

  8. auguri anche a voi e accort e curtllat che vi date l’uno con l’altro come a Baghdad. attenti ai vostri alberi di natale che se li vengono a fottere fin dentro casa. che dire AUGURI sperando che riesci a vedere la fine dell’anno….nun si sa mai cocchi STES stile gomorra e t’arrctenn proprio. CHE CITTA’ E MMMMERD CA SIT bombe a mano mitragliatrici ribbott insomma quando uscite non sapete se rientrate. RIPETO.AUGURI pe sta vit e mmmmmmmerd………….

  9. auguri anche a voi e accort e curtllat che vi date l’uno con l’altro come a Baghdad. attenti ai vostri alberi di natale che se li vengono a fottere fin dentro casa. che dire AUGURI sperando che riesci a vedere la fine dell’anno….nun si sa mai cocchi STES stile gomorra e t’arrctenn proprio. CHE CITTA’ E MMMMERD CA SIT bombe a mano mitragliatrici ribbott insomma quando uscite non sapete se rientrate. RIPETO.AUGURI pe sta vit e mmmmmmmerd………….

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.