I fatti del giorno: lunedì 25 dicembre 2017

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
VEGLIA NATALE, PAPA GUARDA A CHI FUGGE DA ERODE DI TURNO
INSISTE SU SITUAZIONE DI CHI COSTRETTO A LASCIARE SUA TERRA

Per la quinta veglia natalizia del suo pontificato, papa
Francesco ha insistito sulla situazione di quanti sono costretti
a “lasciare la loro terra e mettersi in cammino”, per
“sopravvivere agli Erode di turno che per imporre il loro potere
e accrescere le loro ricchezze non hanno alcun problema a
versare sangue innocente”. Questa la riflessione del Papa nella
messa della notte di Natale, celebrata nella basilica di San
Pietro con centinaia tra cardinali, vescovi e sacerdoti. “Maria
e Giuseppe, per i quali non c’era posto, sono i primi ad
abbracciare Colui che viene a dare a tutti noi il documento di
cittadinanza”, ha detto il pontefice. Il bimbo nella mangiatoia,
ha proseguito, “ci spinge a dare spazio a una nuova
immaginazione sociale, a non avere paura di sperimentare nuove
forme di relazione in cui nessuno debba sentire che in questa
terra non ha un posto”.
—.

GENTILONI, PRESTO CONTINGENTE SOLDATI ITALIANI IN NIGER
COMPITO CONSOLIDARE PAESE E CONTRASTARE TERRORISMO E TRATTA

Presto un contingente di soldati italiani potrebbe partire per
il Niger, paese dove passa la rotta che ogni anno conduce decine
di migliaia di migranti in Libia. A dare l’annuncio e’ stato il
presidente del consiglio Paolo Gentiloni sul ponte della nave
militare Etna, dove insieme col ministro della Difesa Pinotti ha
salutato i militari italiani della missione europea Sophia.
Presto il governo chiedera’ al Parlamento di autorizzare la
missione in Niger, che “avra’ il compito di consolidare quel
Paese, contrastare il traffico degli esseri umani e contrastare
il terrorismo”.
—.

AUSTRIA, ACCOGLIENZA OBBLIGATORIA NON AIUTERA’ EUROPA
INTERVISTA NEO CANCELLIERE KURZ A QUOTIDIANO TEDESCO

“Costringere i Paesi ad accogliere i rifugiati non aiutera’
l’Europa”. Lo ha affermato il neo cancelliere austriaco
Sebastian Kurz, alla guida di una coalizione di destra e
ultradestra in un’intervista al quotidiano tedesco Bild am
Sonntag, opponendosi alle quote Ue per la ripartizione del
migranti. “Se continuiamo così divideremo l’Unione europea e gli
Stati membri decideranno ognuno per conto proprio quante persone
accogliere”, ha aggiunto.
—.

17/ENNE ACCOLTELLATO A NAPOLI, FERMATO 15/ENNE DA POLIZIA
ACCUSA TENTATIVO OMICIDIO, CACCIA A ALTRI 3 DELLA BABY GANG

Un 15enne e’ stato fermato dalla Polizia nell’ambito delle
indagini sul ferimento del 17enne accoltellato alla gola ed al
torace nel pomeriggio di lunedì scorso nella centrale Via Foria
a Napoli. Per lui ora c’e’ l’accusa di tentativo di omicidio.
Le indagini proseguono per individuare altri tre componenti
della baby gang che ha accerchiato e aggredito Arturo. Decisive
sono state le testimonianze del ragazzo ferito e di un altro
giovane che era stato bloccato poco prima dal gruppo, le
immagini di alcune telecamere e l’attività sul territorio delle
forze dell’ordine.
—.

FERITO INCIDENTE: E’ STUDENTE ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO
RICOVERATO A CESENA MA NON E’ IN PERICOLO DI VITA

E’ un ragazzo di 18 anni appena compiuti, coinvolto in un
progetto di alternanza scuola-lavoro, il ferito in un incidente
sul lavoro nel quale, giovedì, e’ morto un artigiano di 45 anni
a Faenza (Ravenna). Il 18enne invece ha riportato lesioni e
fratture alle gambe, e’ ricoverato all’Ospedale Bufalini di
Cesena, ma non e’ in pericolo di vita. ”Tutto questo e’
inaccettabile, casi del genere non possono più essere tollerati
nei luoghi di lavoro”, hanno detto Francesca Picci e Francesco
Tinarelli, coordinatori nazionale e regionale dell’Unione degli
Studenti.
—.

FILIPPINE: CONTINUA A SALIRE BILANCIO VITTIME TEMPESTA
MORTI ACCERTATI SONO 200, TRAVOLTI DA FANGO E ALLUVIONI

Continua a salire il bilancio delle vittime nel sud della
Filippine dopo il passaggio della tempesta tropicale Tembin.
Secondo le autorita’ i morti accertati sono adesso 200, travolti
dal fango e dalle alluvioni. Squadre di salvataggio sono al
lavoro alla ricerca dei dispersi stimato in 150. Circa 70mila
gli sfollati. Nelle prime ore di ieri la tempesta tropicale,
che nelle Filippine viene chiamata Vinta, si e’ spostata a sud
delle isole Spratly e si sta dirigendo verso il sud del Vietnam,
aumentando di potenza con venti che soffiano fino a 120
chilometri. (Fonte ANSA).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.