Salerno: blitz di Rifondazione al Centro Commerciale ‘Le Cotoniere’

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
12
Stampa
Questa mattina, 26 Dicembre 2017, un nucleo di iscritti e militanti del PARTITO della RIFONDAZIONECOMUNISTA – SINISTRA EUROPEA, circolo territoriale della Valle dell’Irno “G. PULETTI”,  e dei Giovani Comunisti (la struttura giovanile di Rifondazione Comunista) hanno effettuato un “blitz” distribuendo un volantino SOPRATTUTTO ai dipendenti delle varie attività e poi ai vari clienti presenti nel centro e solo successivamente hanno affisso tre striscioni. Le frasi riportate su quest’ultimi erano: “LAVORO CON DIGNITÀ . DIGNITÀ CON IL LAVORO”, “DIRITTO ALLE FESTE E AI RIPOSI PER TUTTE E TUTTI”, “LAVORO SI, SFRUTTAMENTO NO”.

Lo scopo di tale iniziativa non era solo quello di denunciare quanto ormai è noto a tutti (sfruttamento, sottosalario, stipendi da 400 € mensili, contratti atipici, estremamente precari e a “grigio”, licenziamenti a go go, sottomissioni e “terrore” dei dipendenti) ma quello di offrire a quanti si ritrovano in queste assurde e inaccettabili condizioni tutti i servizi legali, contrattuali e vertenzieri di cui hanno bisogno oggi o che ne avranno bisogno nel prossimo futuro. Servizi che possiamo e vogliamo offrire a tutti grazie alle varie professionalità dei nostri iscritti e grazie ai nostri rapporti politici e organizzativi con le varie e diversificate sigle sindacali. Quindi consulenti del lavoro, avvocati giurislavoristi, dirigenti sindacali, vertenzieri ecc. ecc.

Solo rompendo il muro di solitudine in cui oggi vivono i lavoratori sarà possibile bloccare e “neutralizzare” lo sfruttamento selvaggio e il clima di paura presente in tutti i luoghi di lavoro, solo riprendendo “il filo collettivo” di quanti oggi sono costretti ad “accettare” qualsiasi condizione di lavoro sarà possibile riprendere il percorso per riacquistare i diritti perduti anche grazie alle politiche scellerate (jobs act ad esempio) che i vari governi di centro sinistra e di centro destra hanno messo in atto negli ultimi due decenni. Per ritornare a vincere con il protagonismo dei lavoratori.

PARTITO della RIFONDAZIONE COMUNISTA – SINISTRA EUROPEA

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

12 COMMENTI

  1. È facile mettere gli striscioni coi soldi di papà in tasca dopo il passeggio notturno nella movida. Jat a faticà

  2. Ma quanto sono ridicoli questi di “Rifondazione Comunista”… fanno un blitz al Centro Commerciale Le Cotoniere che è quasi sempre desolato… perchè non si sono allungati a Pontecagnano al Centro Commerciale Maximall ??? forse perchè avrebbero trovato migliaia di clienti e negozi pieni ??? e avrebbero fatto una figura di m…da ??? Se vogliono davvero tutelare i lavoratori, si siedano ad un tavolo di consultazioni e lavorino per una riforma seria su gli orari di lavoro e su di una eventuale rotazione sui giorni di lavoro festivi… prima si lamentano che non c’è lavoro, poi boicottano le aperture dei negozi in giorni clou dove i titolari possono guadagnare e tutelare i posti di lavoro !!! cosa vorrebbero questi “Rifondazionisti”, che i datori non guadagnino ma conservino intatto il numero dei loro dipendenti ???… questi “blitz” sono solo una pacchianta per far parlare un po di loro !!!

  3. miserevole gesto di quattro gatti dopo aver preso il caffè e fatto aquisti per le feste…le facce sorridenti e serene la dicono lunga….ci vorrebbe una rivoluzione nazional-popolare..azzerare tutto e ripartire con forza e determinazione..uno solo al comando e tutti i parassiti a zappare…la dignita’ delle generazioni future non si protegge con azioni ridicole di annoiati ex figli di papa’ con la pancia piena….

  4. che ca..o avete fatto contro i vostri compagni abusivi del PD quando hanno legiferato contro i lavoratori?

  5. Ueue ma siamo diventati tutti imprenditori a Salerno, tutti commentatori con la pancia piena, Jat a fatica’ vui i journ e fest per 20 €.

  6. Infatti la notte di Natale alle 3 mi sono svegliato e sono andato a lavorare,parlo con nozione di causa e a pieno titolo.Non parlo a vacant comm a te, forse sei uno dei tanti “chiattilli” della movida amante della doppia fila e degli abusivi.buone feste

  7. Sfruttamento, sottomissione e terrore sono da sempre la normalità in praticamente tutti i negozietti salernitani, quelli che non ti fanno lavorare nei festivi e quindi non ti pagano, e quando si degnano di pagarti scardano pure la 5 euro. E dove i cachielli di rifondazione non sono mai entrati se non da clienti o proprietari.

  8. Chissà poi quale parte politica collusa con i vari sindacati ha permesso questo schifo :
    Politica sinistra corrotta dalla testa ai piedi(non che la destra abbia fatto meglio) e sindacati che ridicolmente fingono di stare dalla parte dei lavoratori.
    E il popolo di pecore che ancora si azzuffa dichiarandosi di destra o di sinistra e che ancora crede a queste m…e!
    ……..e condivido appieno i commenti di sopra

  9. jat a fatica’ io ho fatto il turno del mattino e il turno di notte il giorno di natale!!! ma facitm o piacer!!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.