Salerno: il larghetto di San Pietro a Corte diventa parcheggio selvaggio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
La denuncia dei cittadini salernitani e degli abitanti del quartiere di largo San Pietro a Corte -storico di Salerno – sta assumendo toni di disprezzo e di vergogna nei confronti del Comune di Salerno, che più volte sollecitato ad intervenire nelle persone del Sindaco, Arch. Vincenzo Napoli, e dell’Assessore alla Mobilità ed Urbanistica, arch. Domenico Di Maio, ancora oggi non è riuscito a porre fine a questo scempio che deturpa l’immagine di una Città pulita che si sta rifacendo una credibilità che sembrava perduta. Lo scrive il quotidiano Le Cronache oggi in edicola

Il larghetto San Pietro a Corte è il cuore antico della Città di Salerno, il giardino fiorito della cultura e il biglietto da visita perché è il simbolo dell’età longobarda-normanna salernitana che ha amministrato per secoli l’Italia meridionale, lasciando tracce indelebili di civiltà attraverso la costruzione di chiese e di edifici palaziali descritti in diverse fonti storiche. Non si può assolutamente consentire che tutto ciò avvenga e si infanga con atti di inciviltà, con sacchi di spazzatura sparsi intorno al Monumento …e quant’altro.

Siti monumentali come San Pietro a Corte e palazzo Fruscione, esempi unici di architetture civili longobarde e normanne, vengono selvaggiamente colonizzati da macchine che ne ostruiscono anche l’ingresso ai visitatori. Siamo ritornati al buio nero del periodo pre-terremoto degli anni ottanta.

C’è da dire che il Gruppo Archeologico Salernitano, che gestisce parte del Monumento di San Pietro a Corte, era riuscito dopo il restauro di palazzo Fruscione a sensibilizzare il Comune ad installare i dissuasori all’ingresso della piazza, ma tutto è stato inutile perché sono stati divelti da atti di inciviltà, dimostrandosi così insufficienti per la pochezza del materiale impiegato.

Strano però a dirsi! ma da quando è arrivata a San Pietro a Corte la Soprintendenza ABAP di Salerno con i suoi dipendenti, attivando a palazzo Fruscione una guardiania per l’ipogeo di San Pietro a Corte, si sarebbe dovuto tutelare maggiormente il luogo storico, invece, la situazione è peggiorata e cosa che, se fosse vera sarebbe il colmo! ci è stato riferito che alcune macchine parcheggiate sulla piazza sono proprio dei dipendenti statali e…allora sì che sarebbero giustificate anche le altre macchine parcheggiate in disprezzo dei cartelli di rimozione forzata apposti sui muri antistanti.

Il nostro appello è di intervenire con fermezza e fare chiarezza, ma al più presto ricorrere a mezzi più efficaci: un pilot elettrico da installare all’ingresso del larghetto, multe onerose e rimozione forzata in casi di recidività, però anche consegna di una chiave agli amministratori dei palazzi circostanti in modo che non possano lamentarsi, ai proprietari degli immobili raggiungibili soltanto dal luogo chiuso, alle attività artigiane e commerciali per consentire il passaggio e solo una breve sosta per carico e scarico di materiali e in casi di emergenza.

Fonte Le Cronache oggi in edicola

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.