Giovani Democratici Salerno: Ok Governo che finanzia recupero beni culturali

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Il Governo ha reso noti i risultati del lavoro della commissione incaricata di valutare le candidature per il progetto “Bellezza@ – Recuperiamo i luoghi culturali dimenticati” avviato nel 2016 dall’esecutivo guidato da Matteo Renzi. Si tratta di un significativo impegno di spesa di 150 milioni di euro per il recupero e la valorizzazione di siti storici e, in generale, del patrimonio culturale italiano. Interessanti, inoltre, le modalità di candidatura che prevedevano segnalazioni dal basso all’indirizzo bellezza@governo.it.

Anche come Giovani Democratici della provincia di Salerno, nel corso della prima tappa di Historytelling, svoltasi nel pieno della campagna elettorale per le amministrative a Salerno, intendemmo rilanciare il progetto del Governo, sostenendo la proposta dell’associazione Salerno Cantieri&Architettura e interloquendo con l’amministrazione comunale e il sindaco Vincenzo Napoli per avanzare la candidatura della chiesa di Santa Maria de Alimundo.

Sono comunque numerosi i siti campani destinatari di finanziamento, molti dei quali nel nostro territorio provinciale. Si tratta del convento di San Francesco d’Assisi a Bracigliano (circa 95.000 euro), del progetto NaturArte a Praiano (200.000€), della cappella della Madonna della Porta a Gioi (circa 330.000€), della cripta della concattedrale di Santa Maria della Pace a Campagna (470.000€), delle grotte di Pertosa (700.000€), della chiesa di San Giovanni Gerosolimitano a Buccino (circa 787.000€), della chiesa e dell’oratorio di Santa Maria dei Greci a Polla (un milione e mezzo di euro), della grotta del Pino a Sassano (un milione e ottocentomila euro), di palazzo Ventimiglia a Stella Cilento (un milione e ottocentomila euro) e della villa romana di Positano (un milione e novecentomila euro).

Un impegno considerevole da parte del Governo, con un giusto equilibrio tra le diverse parti d’Italia, che -con la consapevolezza di dover rafforzare sempre più tali misure- si aggiunge agli sforzi delle tante amministrazioni locali e della Regione Campania in materia di cultura (dal POC del 2016 alla storica legge sul cinema, passando per il programma Scuola Viva, le grandi mostre, i finanziamenti per le programmazioni dei teatri lirico-sinfonici, la Carta di Paestum e i tanti itinerari culturali ideati e finanziati per incrementare nuovi segmenti di turismo).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.