L’attacco della Salernitana sorride a metà

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Il rendimento offensivo della Salernitana non è del tutto negativo: ventinove reti segnate nelle ventuno giornate del girone di andata non sono poche, ma sul bilancio pesa la brusca frenata che la squadra granata ha avuto nell’ultimo periodo. Nelle cinque partite racchiuse nel mese di dicembre, ad esempio, sono state segnate solo tre reti, a fronte delle nove incassate. I gol, che non sono mancati nella prima fase di stagione, sono drasticamente diminuiti dopo la partita pareggiata in rimonta a Cesena alla 14^ giornata e finita 3-3.

E’ da allora che la Salernitana del resto stenta a ritrovare la bussola e con essa anche i gol. Da quella sfida in poi i granata non hanno mai segnato più di una rete a partita, eccezion fatta per la gara di Chiavari con l’Entella, vinta pere 2-0. Fino alla partita di Cesena, tra l’altro, erano arrivate con una certa costanza anche le reti delle punte, Bocalon, Rodriguez e Rossi, che da dopo quella partita non sono più finiti nel tabellino dei marcatori, ad eccezione dell’ex dell’Alessandria, andato a segno contro il Perugia. Il reparto avanzato della Salernitana non ha avuto un trascinatore nella fase iniziale di campionato, anche perchè non sempre gli attaccanti sono stati impiegati con continuità e ciò ha inciso pure sul rendimento.

Il bottino di reti granata aveva potuto contare, però, fino alla metà del girone di andata sull’apporto delle punte, che avevano discretamente inciso. Rodriguez ha segnato quattro reti, Rossi tre, Bocalon sei (Coda nella sua prima stagione in granata, dopo 21 giornate di gol ne aveva siglati quattro). Alle loro tredici marcature va aggiunto poi il bottino di Sprocati, che è andato a segno in cinque occasioni, ma è anche stato lontano del rettangolo di gioco per varie settimane.

La maggior parte dei gol, però, come detto, risale alla prima parte del girone di andata, poi c’è stata una brusca frenata, da quando la Salernitana ha iniziato ad incassare senza reagire. E’ dal gioco espresso nelle ultime settimane che tecnico e società dovranno riflettere su come e dove intervenire per rompere quel digiuno che, sostanzialmente, è iniziato da qualche giornata. C’è da riflettere anche sui vari sistemi di gioco impiegati dalla Salernitana e su come sono stati utilizzati gli attaccanti fin qui, per evitare di rendere vano anche l’ipotetico approdo di una “punta esperta”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.