Salerno: arrestata la gang che aveva danneggiato le auto in pieno centro

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
20
Stampa
Nove giovanissimi appena maggiorenni sono stati arrestati e posti ai domiciliari con l’accusa di far parte di una gang dedita alla devastazione e al saccheggio. I 9 sono stati arrestati dai Carabinieri di Salerno, in collaborazione con la Polizia e la Guardia di Finanza, a San Marzano sul Sarno e Pagani. Il provvedimento, nel quale si ipotizzano le accuse di devastazione e saccheggio in concorso, è stato emesso dal Gip del tribunale di Salerno.

In una sola notte, tra il 10 e l’11 ottobre scorsi, a bordo di due automobili, hanno sparato con le loro armi ad aria compressa contro almeno 60 vetture parcheggiate in strada, a Salerno, mandando in frantumi lunotti e finestrini: gli autori del raid, sono nove ragazzi, tutti appena maggiorenni, a cui Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia hanno notificato, stamattina, tra San Marzano sul Sarno e Pagani, altrettante misure cautelari (arresti domiciliari) con l’accusa di devastazione e saccheggio.

Le scorribande dei gang sono state registrate dai sistemi di videosorveglianza: in un video, diffuso dai carabinieri di Salerno, le immagini del raid che, secondo le forze dell’ordine, dovrebbero avere causato danni a molte più automobili visto che il numero dei veicoli coinvolti è stato ricostruito esclusivamente in base alle denunce presentate. I nove sono entrati in azione nel centro di Salerno, nel tratto che va da via generale Clark a via Benedetto Croce.

Nel corso dell’attività investigativa, svolta anche grazie al contributo della Sezione Telematica del raggruppamento Carabinieri Investigazioni Scientifiche di Roma, sono stati raccolti concreti elementi di responsabilità nei confronti degli autori. Nel corso delle perquisizioni locali, sono state sequestrate le due pistole ad aria compressa utilizzate nei raid e il relativo munizionamento.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

20 COMMENTI

  1. Che vi avevo detto? Sono sempre loro, gli abitanti dell’Agro-Nocerino quelli che si dichiarano Provincia di Napoli, i secessionisti. No censura

  2. Ma quali domiciliari!!! Questi “umanoidi” vanno rinchiusi negli scantinati delle carceri!

  3. Sono di Salerno e vivo in provincia di Napoli da parecchio oramai: forse loro si sentono provincia di Napoli ma presso quelli della provincia di Napoli non godono di molta considerazione, forse proprio per la tracotanza (addirittura hanno cori da stadio in cui danno del
    ‘guappo di cartone’ a tifoserie provenienti da contesti criminali abbastanza seri)

  4. Tanto va la gatta al lardo……
    Era ora!! Metteteli ai servizi sociali. Che imparino cosa sono i sacrifici

  5. Bastardi di merda, sono solo vigliacchi..e poi i genitori se succede qualcosa pretendono giustizia…pretendono la verità. La verità e che vi hanno fatto nascere, prima i genitori e poi i figli.

  6. SIAMO LO STATO DEL DIRITTO, DEI GARANTISTI(CENTRO-DESTRA) DI COLORO CHE SONO FAUTORI DELLA RISOCIALIZZAZIONE DEL REO(SINISTRA), MA DI FRONTE A QUESTI REATI ……AL DI FUORI DEL RISARCIMENTO DEI DANNI A CARICO DEL REO (LO METTEREI ANCHE A CARICO DEI GENITORI), NON E’ POSSIBILE PREVEDERE PENE ACCESSORIE TIPO 2 ANNI DI PULIZIE DELLE SPIAGGE.
    EDUCAZIONE AMBIENTALE A QUESTI GIOVANOTTI COLPITI DA DEMENZA INFANTILE NO!
    INVECE ….. DATO CHE SONO INCENSURATI ……. FUORI TRA QUALCHE GIORNO E PENA SOSPESA.

  7. VENGONO DA TERRITORI ASSIMILABILI PER CULTURA E SENSO CIVICO ALL’AREA NAPOLETANA, GIUSTAMENTE HANNO VISTO UNA CITTA’ DIVERSAMENTE ORDINATA E ALLORA ………………….
    Arrivano fanno i turisti spavaldi, guardano con scherno una cittadina che sicuramente è lontana dai loro standard delinquenziali ed igienici, poi si riempiono la bocca ……Napoli di qua, Napoli di là …..E TU NELL’ETERNA MUNEZZA DEVI RESTARE.

  8. La provincia di salerno finisce a Cava! E’ stato cosi’ e lo sara’per sempre, sia a livello visivo che a livello socioculturale

  9. la serie “don matteo” è arrivato alla 11^ stagione, ma non ci sono stati aumenti delle vocazioni. A buon intenditor…

  10. codesti contadini invece di scendere a salerno immergendosi nelle sacre acque di foce irno a rifocillarsi dopo una lunga giornata passata nei campi assolati dell’agro, codesti parassiti cosa facevano per far passare la loro triste giornata si armavano di pummarole fradice e con la forza della loro demenza le tiravano contro le auto del glorioso popolo salernitano, questa e follia veramente, riprendetevi e curatevi…….

  11. Non potete classificare questi teppisti ai contadini,sono fiero di essere un Contadino del Cilento.I razzisti siete voi selvaggi delle città

  12. quello che non capisco in questi casi è perchè non si obbliga questi imbecilli PRIMA DI TUTTO a risarcire completamente i danni, e solo DOPO iniziare il discorso penale o di recupero (!) .. (non mi parlate di codice e procedure, il mio è un discorso più politico, il quale è sempre alla base di qualunque modifica dei codici)

  13. Per gli estorsori del parcheggio libero, definiti solamente in Italia “parcheggiatori abusivi”, sono state pubblicati Nomi e Volti, pretendiamo lo stesso anche per questi ragazzacci cresciuti a pane e Gomorra. Questi più in là con gli anni diventeranno veri e propri delinquenti a servizio della Camorra.

  14. l invidia se li divora stI ragazzi.!!.abitano cittadine che più stranianti non possono essere fuori da ogni percorso virtuoso, anche nel calcio faticano a uscire da decenni dall opprimente dilettantismo.si dichiarano napoletani , senza essere riconosciuti da questi come tali ,senza avere ferocia e scaltrezza metropolitana e senza perdere abitudini modi di pensare slang tristemente paesani…in fondo li abbiamo sempre ignorati

  15. Questa testata giornalistica HA PAURA di pubblicare il nome del ristorante di Salerno chiuso dai NAS per gravi carenze e voi sperate che abbiano il coraggio di pubblicare i nuovi di 9 delinquenti …..sognamo sognamo…

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.