Concerti Luci d’Artista” domenica finale con l’Ensemble di fiati “San Pietro a Majella”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

Gran finale, domenica 21 gennaio, per la terza edizione di “Concerti in Luci d’Artista”, la sezione invernale dei “Concerti d’estate di Villa Guariglia in Tour” che, quest’anno ha allestito un articolato percorso di ben otto appuntamenti.  A firmarne l’organizzazione è il CTA di Salerno, l’Associazione “Amici dei Concerti di Villa Guariglia” in collaborazione con il Conservatorio di Musica “Giuseppe Martucci” di Salerno ed il contributo e patrocinio del Comune di Salerno. L’ingresso è gratuito.

Domenica sera, alle ore 20la Chiesa della SS.ma Annunziata ospiterà l’Ensemble di fiati “San Pietro a Majella” diretto da Eugenio Ottieri e composto da Marcello Masi e Antonio Troncone al flauto, Marco Cocule e Gianpiero Di Lecce al clarinetto, Maurizio Conte, Fabio Montefoschi e Alessio Castaldi al sassofono, Salvatore Liotti e Davide Maiello alla tromba, Vincenzo Vuolo e Cosimo Gargiulo al trombone ed Emmanuele Conte alle percussioni. Due i solisti: il pianista Salvatore Biancardi e la voce di Adria Mortari. La serata è una dedica alle vittime di tutte le guerre, attraverso una scaletta che unisce versi e musiche nati negli anni del nazismo. S’inizierà con l’Idillio di Sigfrido di Richard Wagner, musicalmente una delle partiture più pulite mai uscite dalla penna del compositore. Si ritroverà il binomio Weill-Brecht con Salomon Song e Surabaya Johnny, melodia composta per le musiche di Happy End. Ed ecco la suite dall’Opera da tre soldi, con la sua lucida e provocatoria critica sociale del testo e la dirompente forza della sua musica, che la conferma opera estremamente vicina alla crisi di valori umani, sociali e morali Epilogo contro le ingiustizie di Brecht e finale con il brano più famoso della “Suite per Orchestra di Varietà”, di Dmitri Shostakovic, il “Valzer n. 2″, reso celebre dalla colonna sonora del film di Stanley Kubrick Eyes Wide Shut, brano con cui questa formazione debuttò al Giffoni Film Festival di qualche anno fa.  Anche qui, sin dalle prime note del Valzer, saremo catapultati nel mondo dell’orchestrina, con le ancheggianti armonie del pianoforte e il suadente ed ironico tema.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.