Il lungo migrare di Giuseppe Ungaretti. Alla Casa della Poesia di Salerno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Venerdì 26 gennaio 2018, nell’ambito degli incontri “Voci Migranti: poesia e realtà” realizzati da Casa della poesia nelle scuole superiori della nostra città, grazie alla collaborazione dell’Assessorato alle Politiche Giovanili e all’Innovazione del Comune di Salerno, parte un progetto dedicato a Giuseppe Ungaretti con il supporto dello storico della poesia Francesco Napoli e con materiali d’archivio (audio e video).

Il 26 mattina, alle ore 10,30 l’incontro si svolgerà nell’Auditorium del Liceo Scientifico “Francesco Severi” (via G. D’annunzio) con i docenti e le quinte classi dell’istituto e la sera del 26 alle ore 19,00 presso la biblioteca del Liceo Classico “Francesco De Sanctis” (Via Ten. Ugo Stanzione, 3), sempre con docenti e studenti, ma anche aperto al pubblico.

Giuseppe Ungaretti nasce in Egitto (ad Alessandria) da genitori italiani. Sin da questo dato biografico iniziale si individua il destino di un uomo che nella sua vita si stabilirà in vari paesi e continenti. L’Egitto della sua gioventù è ricco di scambi culturali per la presenza di persone di diverse culture, etnie, fedi e convinzioni politiche. Andrà poi in Francia, dove sposerà una donna francese, Jeanne Dupoix. Quindi sarà in Italia. Poi si stabilirà in Brasile, aggiungendosi alla lunga lista degli italiani emigrati in sudamerica per motivi economici. Tornerà infine in Italia nel 1942, continuando ad essere cittadino del mondo e traducendo poeti da varie lingue. La sua voce, grazie a queste esperienze, sarà nuova e particolarissima, modificando in maniera radicale la poesia italiana del ‘900. Ungaretti è quindi un prototipo delle “Voci migranti”, colui che ha saputo coniugare poesia e realtà, testimoniando l’orrore della guerra e il dolore individuale sublimandolo magnificamente attraverso la propria arte poetica.

Insieme ai rappresentanti di Casa della poesia e Francesco Napoli interverrà per un saluto istituzionale la dott.ssa Mariarita Giordano, Assessore alle Politiche Giovanili e all’Innovazione del Comune di Salerno.

Questo viaggio nella poesia del “grande vecchio” si concluderà a marzo con l’incontro con Bruna Bianco (e Francesco Napoli) per presentare il libro di Ungaretti “Lettere a Bruna” (2017, a cura di Silvio Ramat, Mondadori).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.