Fenomeni sismici nel Matese, Bonavitacola su questione magma

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Si è discusso e dei fenomeni sismici nell’area del Matese incorso del tavolo tecnico della Regione Campania che si è svolto oggi nella Sala Giunta di Palazzo Santa Lucia. Al centro del confronto, promosso dal presidente Vincenzo De Luca, lo studio dell’Ingv e del Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università di Perugia incentrato su fenomeni registrati nell’area del Matese compresa tra le province di Benevento e Caserta.

A presiedere l’incontro sono stati il vicepresidente della Giunta regionale, Fulvio Bonavitacola e la responsabile dell’Ufficio “Interfaccia con il Dipartimento delle politiche territoriali nelle materie dei Lavori Pubblici e Protezione civile” della Regione Campania, Roberta Santaniello.

Con loro anche i Consiglieri regionali, Erasmo Mortaruolo e Gennaro Oliviero. Al tavolo tecnico hanno preso parte anche Luigi D’Angelo, Italo Giulivo e Mauro Dolce del Dipartimento della Protezione Civile; il Presidente dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Carlo Doglioni; i ricercatori Guido Ventura e Francesca Di Luccio; il Direttore generale per il Governo del Territorio, i lavori pubblici e la protezione civile, Massimo Pinto; il delegato Anci Campania nonché sindaco di Telese Terme, Pasquale Carofano e l’assessore comunale di Benevento, Mario Pasquariello.

“Dopo le richieste pervenute da numerosi sindaci dell’area – ha spiegato Santaniello – si è ritenuto di convocare l’incontro per fare il punto sui piani di protezione civile comunale con la Direzione Generale e per poter poi fornire ogni utile e scientifica informazione alle popolazioni dell’area interessata.

Abbiamo voluto mettere insieme più professionalità e quanti più possibili contributi scientifici insieme alla parte relativa alla programmazione che è in capo alla Regione.

Alla luce dello studio condotto dall’Ingv e dall’Università di Perugia è oggi più che mai indispensabile che l’aggiornamento tra mondo scientifico, Regione e territorio abbia un profilo costante per recepire tutte le esigenze e intervenire con efficienza a tutela delle comunità”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.