Lazzaro al 94esimo: 16 anni dopo il web celebra il pari del San Paolo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
Il 27 gennaio del 2002 la Salernitana pareggiò 1 a 1 al San Paolo contro il Napoli grazie ad una rete dell’argentino Lazzaro al 94′. Sedici anni dopo il giornalista Emiliano Amato direttore de Il Vescovado ricorda così quella giornata:

«Sedici anni fa una delle più grandi gioie sportive della mia vita. Era il 27 gennaio 2002, di domenica: la Salernitana di scena al San Paolo di Napoli in un acceso derby del campionato di serie B. Da Ravello partimmo per la trasferta in pullman organizzata dagli attivissimi Boys Maiori.

C’erano Daniele Dipino, Daniele Pignatiello, Alessandro Giani e Luca Ruocco. Attraverso il percorso alternativo, scortati da un massiccio cordone di sicurezza giungemmo nel settore ospiti dell’impianto di Fuorigrotta accolti da una bordata assordante di fischi, da far paura a chiunque. Poco alla volta la “gabbia” si riempiva di tifosi di fede granata, in tutto 5mila circa.

Dopo un primo tempo a reti inviolate, il match si accendeva nella ripresa. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo per il vantaggio azzurro con un gol in scivolata di Villa al 63esimo con lo stadio in delirio. La partita volgeva al termine e per la Salernitana sembrava l’ennesima beffa.

Nei tre minuti di recupero accordati dall’arbitro internazionale Rosetti di Torino, invasione di campo di alcuni tifosi partenopei ad abbracciare i propri beniamini. Il direttore di gara accorda un minuto in più. Le speranze granata erano tutte riposte in una punizione dalla trequarti, palla a Di Vicino che scocca un tiro violento di sinistro, con sfera che si stampa sul palo alla destra dell’indimenticato Franco Mancini prima di ritornare al centro dell’area di rigore in direzione dell’argentino Leandro Lazzaro (da poco buttato nella mischia da Zeman) lesto a stoppare il pallone col petto e a infilarlo di destro in porta. Il tutto in poco più di sette secondi quando il cronometro segnava il 94° minuto.

In visibilio i 5mila giunti da Salerno. Al triplice fischio tutta la squadra a festeggiare sotto il settore ospiti mentre il San Paolo, gelato, si svuotava in un niente. Calò il buio, pochi fari accesi in attesa di lasciare lo stadio in sicurezza. Nell’attesa cantammo noi, quella domenica, a squarciagola “’O Surdato Nnammurato”. Un’emozione fantastica.
Attimi e secoli, lacrime e brividi”

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. Solo nel piccolo paesiello di salierno si festeggia un pareggio contro il Napoli ottenuto 16 anni fa come se fosse una coppa dei campioni vinta contro il real Madrid al ultimo secondo.

  2. Già sono passati 16 anni da quando la salernitana vinse la coppa dei campioni al san paolo 😂😂😂

  3. Scommetto che anche dopo gli allenamenti a porte aperte si è commoso d’altronde non capita tutti i giorni che una squadra di paese sfida una big del calcio italiano

  4. niente di meno! I tifosi della più grande metropoli dell’universo e della più grande squadra di tutti i tempi si scomodano per venire a commentare su un sito che si chiama Solosalerno un articolo che riguarda la squadra di un piccolo paisiello! Il derby è un succo di frutta ma quella sera eravate in 60000 e dal 94′ all’improvviso non si sentiva volare una mosca. Altro che the Chaaaampiiooonsss! Se non festeggi questo….

  5. Certo che è un peccato che ci sia tanta disoccupazione a Napoli. Il talento che hanno i tifosi del Napoli nel monitorare notizie andrebbe sfruttato per cose più produttive rispetto a farsi belli per una squadra che è campione di simpatia e niente altro. Comunque a Salerno nessuno festeggia niente, magari tutti ricordano quella partita con piacere, ma commemorazioni non ce ne sono. Sui siti bisogna pure scrivere qualcosa, e chissà perché quando c’è il Napoli di mezzo le pageviews e i commenti sono assicurati. A noi del Napoli non ce ne frega decisamente un fico secco. E comunque buona Champions League….ops….

  6. sono passati sedici anni e l’incubo brucia ancora allo stadio tutt esaurito!! nella barraccopoli di napoi solo li si ha l’incubo

  7. Napulilli…mi raccomando…una gastroscopia di controllo ogni due anni per monitorare l’ulcera gastrica datata 27 gennaio 2002.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.