Calcio: follia Belec,poi per Toro tutto facile con Benevento

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Il Torino di Mazzarri impone la legge del “tre” e supera per 3-0, lo stesso risultato dell’esordio con il Bologna, il fanalino di coda Benevento. Partita subito in discesa per i granata, passati in vantaggio dopo tre minuti con il nono gol in campionato di Iago Falque per poi raddoppiare, con i sanniti in 10 per l’espulsione di Belec, con Niang e chiudere con il gol di Obi, convalidato dal Var.

E’ una vittoria che ridà fiato alla classifica dei granata, a -1 dal settimo posto occupato dall’Atalanta, oltre a riconsegnare al tecnico il bomber Belotti, entrato in campo al 18′ del secondo tempo per riassaporare il campo che mancava dall’infortunio al ginocchio del 27 dicembre.

Trentadue giorni di assenza che hanno pesato nelle gambe del ‘Gallo’, ancora lontano dalla forma migliore ma pronto a riprendersi il centro dell’attacco. Il Benevento, frizzante e incisivo in avvio, ha pagato a caro prezzo la difesa friabile e soprattutto la scellerata reazione del portiere Belec, espulso al 33′ del primo tempo per un calcione rifilato a Niang, colpevole di averlo ostacolato durante un rinvio: in 10 contro un avversario tecnicamente superiore, la squadra di De Zerbi non ha mai mollato la presa, non riuscendo però ad impensierire la retroguardia granata. Protagonisti lo spagnolo Iago Falque, un gol e un assist, e il franco-senegalese Niang, che oltre ad aver realizzato il gol del 2-0, ha causato l’espulsione di Belec: un giocatore rivitalizzato dalla cura Mazzarri, a differenza di Ljajic.

Il serbo ha collezionato la terza panchina consecutiva, compiendo un altro deciso passo verso l’addio, con lo Spartak Mosca ad attendere il suo sì. Dopo aver sbloccato la partita in avvio con Iago Falque, il Torino ha accusato la verve del Benevento, spregiudicato sulle fasce con D’Alessandro e Guilherme e incisivo con Coda: nel momento migliore dei sanniti è arrivata la follia di Belec, che ha stravolto tatticamente le idee di De Zerbi.

Il raddoppio di Niang, bravo a convertire l’assist di Falque con un bel diagonale di destro, ha chiuso virtualmente la partita, il terzo di Obi convalidato dal Var ha tagliato le gambe ai giallorossi. Nella ripresa, oltre al rientro di Belotti, anche il ritorno di Ansaldi, schierato da interno di centrocampo da Mazzarri: Torino che ha sfiorato il poker con Baselli, che ha sbagliato clamorosamente un gol già fatto ma che sarebbe stato una punizione troppo severa per un Benevento ancora ultimo, ma certamente deciso a lottare fino alla fine.

Fonte ANSA

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.