Napoli, costumi choc di Carnevale: bimbo ”vestito” da malato con flebo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Il carnevale è ormai alle porte e, come da tradizione, i bambini sfilano lungo le strade delle città italiane, esibendo maschere e costumi, già nel corso delle settimane che precedono la gran festa del martedì grasso.

E’ risaputo che sotto quest’aspetto Napoli ogni anno conferma di essere una delle piazze più calde e folkloristiche, capace di consegnare maschere e travestimenti che strappano un sorriso davvero a tutti.

Non solo i classici ed intramontabili eroi delle fiabe e dei cartoni più celebri, i bambini napoletani hanno sempre regalato chicche originalissime, proponendo maschere e travestimenti che scimmiottano i personaggi più chiacchierati del mondo dello sport e dello spettacolo.

Quest’anno, però, la goliardia rischia di cedere il posto al cattivo gusto: già in due circostanze sono stati pizzicati altrettanti costumi che piuttosto che consensi e sorrisi hanno scatenato l’indignazione e il disappunto dell’opinione pubblica.

Da diversi giorni impazza sul web la foto che ritrae un bambino che sfila lungo le strade napoletane travestito da malato con tanto di flebo e sacca per l’urina. Un costume che ha suscitato forte disappunto, soprattutto da parte di persone realmente affette da patologie che si sono sentite mancate di rispetto e hanno espresso il loro disappunto senza mezzi termini. Sul web, allo stesso modo, “il costume di carnevale” che porta il dramma e il disagio di coloro che si confrontano con una patologia a sfilare insieme ai costumi di Topolino&company, ha destato notevole scalpore, oltre ad aspre critiche e polemiche.

In molti hanno parlato di “morte di valori”, in quanto risulta inaccettabile che ci siano genitori che possano percepire una malattia come “un gioco”.

Nelle ultime ore, un altro costume carnevalesco piuttosto singolare ha conquistato la ribalta mediatica ed è destinato a far discutere.

L’emulazione della “performance hot” di Cecilia Rodriguez tra le mura della casa del “Grande Fratello Vip” – quindi una scena rigorosamente vietata ai minori di 18 anni- è, invece, il costume di carnevale che sta indossando un’inconsapevole bambina.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.