Salerno: danneggiano 11 auto parcheggiate, denunciati due 22enni

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
21
Stampa
Nell’ambito dei rafforzati servizi di controllo del territorio, per la prevenzione e la salvaguardia della sicurezza e dell’ordine pubblico e per contrastare ogni forma di illegalità, personale dell’ufficio prevenzione generale della Questura la notte scorsa hanno deferito in stato di libertà V.A. e C.G. ventiduenni uno residente a Scafati e l’altro a Boscoreale (NA) poco prima si sono resi responsabili del danneggiamento di undici autovetture parcheggiate nella centrale Via Ruggero Moscato – Trincerone ferroviario.

Infatti i poliziotti della Sezione Volanti sono intervenuti poco prima delle 02.00 proprio sul Trincerone dove una dettagliata segnalazione giunta poco prima al 112, aveva indicato i due giovani che percorrendo a piedi il tratto di strada danneggiavano le auto che incontravano sul loro cammino. In pochi minuti gli Agenti si sono recati sul posto ed hanno individuato i due balordi nel preciso istante in cui stavano prendendo di mira una macchina danneggiandola con calci.

Gli autori dell’atto vandalico, alla vista degli Agenti, hanno provato a dileguarsi tentando di raggiungere la vicina Via dei Principati. Il tentativo però è stato neutralizzato dai Poliziotti che sono riusciti a fermare i due giovani. Dopo un’attenta ispezione della strada percorsa dai due, è stato stabilito la loro azione violenta aveva interessato 11 autovetture. Gran parte dei proprietari sono stati rintracciati prima ancora che si recassero presso gli uffici della Questura per formalizzare la denuncia ed insieme agli stessi è stata effettuata una constatazione per la stima dei danni.

I responsabili dell’atto teppistico, dopo essere stati accompagnati presso gli uffici della Sezione Volanti, sono stati deferiti all’autorità giudiziaria per il reato di danneggiamento aggravato commesso in concorso. Nei confronti dei due sono in corso le procedure per l’emissione della misura di prevenzione del divieto di ritorno nel comune di Salerno.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

21 COMMENTI

  1. Questi due cafoni delinquenti di quelle belle realtà purtroppo vicine a noi pagheranno tutti i danni causati?

  2. pane, acqua e calci nei denti….poi vediamo se passa la voglia a loro, e ai delinquenti social che leggono e imitano!

  3. La provenienza è sempre la stessa…poi dite che non c’entra la provenienza, fa parte della loro cultura delinquere, distruggere, comportarsi male, i genitori vanno arrestati e i bambini fino da 4-5 anni chiusi negli istituiti a studiare e fatti uscire solo in maggiore età! serve il pugno di ferro per questa gentaglia, con la scusa del padre carcerato e la mamma che fa le pulizie e non c’è lavoro si sentono liberi di comportarsi con animali, questo non va bene!…NO CENSURA

  4. Onestamente, quello che mi stupisce di più è l’età: ma può essere mai che uno alla veneranda età di 22 anni faccia cose di questo genere?

    x al: frequento l’area, non c’è niente di particolarmente strano né a Scafati, né a Boscoreale, anzi, direi che sono posti mediamente più tranquilli di altri

  5. vengono da cittadine dove i rapporti umani sono segnati da regressione e sopraffazione ,mezzacampagna mezzacitta, se ne rendono conto con risentimento quando vivono realtà civili e sorprendentemente territorialmente vicine. .non riescono a integrarsi e se ne sentono espulsi .vorrebbero il modo a misura della loro meschinità .

  6. Si deve scendere a 14 anni la pena ,processi diretti il giorno dopo e lavori forzati e pagamento dei danni ai genitori con pignoramento diretto senz aspettâ a giustizia italian che stamm nguaiat mentre che fanno i process chist moren

  7. venissero al rione fornelle sti napulilli..non ne escono vivi!!!! caccia al napulillo ad oltranza!!!!

  8. C.afone f.rustrato salernitano lei hai sempre prese tuo la caccia la puoi dare solo alla zanzare

  9. Granafaggio salernese sei solo un guappo da tastiera poi se vedeti un napoletano te la fai sotto dalla paura ricordi sempre che siete degli esseri inferiori

  10. Perché non lo fanno al loro paese?
    Forse perché se li prendono i proprietari delle auto li fanno ritrovare in un fosso senza chiamare le forze dell’ordine?

  11. ma perchè i napolecani vengono a leggere una testata giornalistica che si chiama Salerno notizie!!??addà venì baffon…intanto attendiamo con ansia che il Vesuvio faccia tabula rasa

  12. Mi chiedo una cosa perché augurare che il Vesuvio deve eruttare ??? Ma stai bene ??? Sei un fallito come uomo ps amico mj te lo dice uno del rione Carmine Salerno

  13. x Per Salernitano: non ti preoccupare, parla allo stesso modo un mio amico di via Calenda che lavora a Nola (provincia di cosa, non si sa), quindi in caso di eruzione chissà chi se lo prende più a lavorare. Io veramente mi vergogno di essere salernitano quando leggo certe idiozie di gente che nemmeno ha idea di cosa ci sia dopo Vietri

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.