Spari contro ragazzo per rubare scooter, arrestato un 20enne

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Fu inseguito per le strade di Torre del Greco (Napoli) e raggiunto da quattro proiettili. A 21 anni si salvò per miracolo. Unica colpa: trovarsi su uno scooter che una banda di ragazzi voleva rubargli.

A distanza di oltre un anno, i carabinieri del nucleo investigativo di Torre Annunziata hanno dato esecuzione ad una nuova ordinanza di custodia cautelare in carcere – emessa dal gip su richiesta della locale Procura – nei confronti di un giovane di 20 anni di Torre Annunziata. È accusato a vario titolo, insieme ad altri cinque indagati, di tentato omicidio, tentata rapina e porto illegale di armi da sparo.

L’attività d’indagine era stata avviata a seguito del tentato omicidio di un ventunenne, gravemente ferito la sera del 27 dicembre 2016 quando i sei – questa la ricostruzione degli inquirenti – dopo aver ingaggiato con la vittima un rocambolesco inseguimento per le strade di Torre del Greco a bordo di scooter, gli avevano esploso contro almeno quattro colpi di arma da fuoco, raggiungendolo in alcune parti del corpo.

Le indagini già in precedenza avevano permesso di individuare cinque dei sei esecutori materiali, tra cui vi erano tre minorenni legati da stretti vincoli di parentela con esponenti di spicco del clan camorristico Gallo-Limelli-Vangone (egemone a Trecase, Boscotrecase e Boscoreale). Proprio i minori sono già stati condannati in primo grado, mentre per gli altri è ancora pendente il processo con rito abbreviato.

I carabinieri inoltre hanno ricostruirono l’intera dinamica degli eventi, delineando le fasi antecedenti e successive all’azione criminale e l’intero percorso compiuto dai malviventi. Era stato in particolare appurato come i giovani componenti della banda criminale, dopo essere partiti da Torre Annunziata a bordo di scooter, avevano affiancato la vittima che in sella ad altro mezzo percorreva le vie di Torre del Greco.

A questo punto i malviventi avevano ingaggiato con il ventunenne un inseguimento, esplodendogli durante la folle corsa due colpi di arma da fuoco, ferendolo a una caviglia. Successivamente, dopo averlo raggiunto davanti una pizzeria di via Cesare Battisti, gli avevano esploso contro altri due colpi di arma da fuoco a distanza ravvicinata, ferendolo all’emitorace superiore destro e all’emitorace posteriore sinistro, provocandogli gravissime lesioni che solo il tempestivo intervento dei medici sul posto aveva evitato potessero risultare fatali.

Fonte ANSA

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.