Per i granata esame di maturità all’Adriatico per i granata

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
La trasferta di Pescara per la Salernitana rappresenta una sorta di esame di maturità. E’ un po’ come quel momento in cui ad un adolescente viene chiesto “Ma tu, cosa vuoi fare da grande?”. Bene, per evitare di farsi trovare impreparati di fronte ad un interrogativo del genere o di rispondere con il più scontato dei “Non so, vedremo…” i granata dovrebbero fornire, sul campo, una prova (anche d’orgoglio) davvero importante. Il test non è certo dei più semplici, visto il valore dell’avversario e del suo allenatore, visti i precedenti tutt’altro che incoraggianti in terra adriatica, vista l’emergenza che ancora una volta caratterizza la vigilia dell’impegno.

Eppure, di fronte alle difficoltà più volte questa squadra ha dimostrato in questa stagione di saper reagire. Per la verità questa caratteristica apparteneva più a Bollini che a Colantuono il quale, al cospetto del suo maestro Zeman, a sua volta vorrebbe iniziare a dimostrare qualcosa di più del “Il ragazzo ha le qualità ma non le esprime…” che ha contraddistinto l’avvio della sua avventura a Salerno. La società ha deciso di cambiare un allenatore che pure aveva centrato nel corso del girone d’andata 12 risultati utili di fila, per affidarsi ad un tecnico più navigato.

Finora, l’avvicendamento non ha prodotto i frutti sperati. Nè tantomeno la presenza in panchina di un uomo “di polso” ha comportato l’ingaggio massiccio di rinforzi, che pure era auspicabile per vivere una seconda metà di stagione con le marce alte. Questo campionato sembra l’ennesimo all’insegna del “Vorrei ma non posso…” e questo atteggiamento mentale sembra essersi impossessato anche dei calciatori, capaci in avvio di stagione di compiere rimonte ed imprese a fronte dei troppi errori commessi e di approcci alle partite inguardabili.

Ad oggi, con Colantuono in panchina, di imprese non ce ne sono state (non ce ne voglia il tecnico laziale, ma la vittoria sul campo dell’Entella non rimarrà negli annali della storia del calcio) e, al contempo, gli strafalcioni difensivi si susseguono e spesso e volentieri la squadra granata come al solito passa in svantaggio. Il match di sabato all’Adriatico, dopo aver perso lo scontro diretto col Carpi che poteva già riaprire i giochi per i play off, sembra assumere una valenza notevole.

Si sa, “gli esami non finiscono mai…”, per tutti (proprietà, dirigenti, tecnici e giocatori) ma certi treni passano una sola volta e, per evitare di rimanere a piedi definitivamente, bisogna cercare di non lasciarseli scappare. In caso contrario il compito della Salernitana si riempirebbe di errori “blu” e, al limite, si potrebbe sperare in una sufficienza “generosa”, che di certo non potrebbe entusiasmare la piazza.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.