La Salernitana affonda all’Adriatico di Pescara. Colantuono rischia

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
27
Stampa
Una partita che sembrava orientata sullo 0-0 con la Salernitana addirittura pungente e con il colpo del ko che sembrava ormai in canna. Ma il colpo lo ha cacciato a dieci minuti dalla fine Brugman che con una punizione a giro batte Radunovic e affonda la Salernitana a Pescara aprendo a questo punto una crisi tecnica che potrebbe sfociare addirittura con un nuovo ribaltone in panchina. Primo tempo del tutto rinunciatario della squadra campana intenta più a non prenderle che a darle. Granata più in palla nella ripresa ma mai convinti di volerla vincere. Poi la punizione…che si trasforma in una vera e propria punizione.

E’ dunque il giorno di Pescara–Salernitana. E’ il 31esimo confronto tra granata e biancocelesti in uno stadio avaro di soddisfazioni per i campani.

Pescara e Salernitana non vivono un buon momento. Zeman in conferenza stampa ha ribadito che le intenzioni sono quelle di raggiungere i play off. Nella stessa settimana Colantuono ha parlato di salvezza da agguantare quanto prima. Eppure Pescara e Salernitana sono divise da un solo punto in classifica

Nella rifinitura di ieri in Abruzzo il trainer granata ha rispolverato Della Rocca che non gioca da 4 mesi. Si vedrà dunque una Salernitana con il 3-5-2 con Monaco (all’esordio dal 1′) assieme a Schiavi e Casasola in difesa, davanti a Radunovic. Popescu scalza Vitale sull’esterno sinistro di centrocampo. Il mancino ex Napoli tira il fiato e si accomoda in panca. Sul lato opposto agirà Pucino, con Zito e appunto Della Rocca ai lati di un Minala in versione regista. Più scelta invece in avanti dove alla fine Colantuono decide di puntare su Sprocati e Palombi come coppia titolare (in panchina Rossi).

Solito 4-3-3, invece, per il Pescara di Zdenek Zeman. Tra i pali ci sarà Fiorillo, con Balzano, Gravillon, Perrotta e Mazzotta in difesa. A Brugman, Carraro e Valzania il compito di agire nella terra di mezzo, mentre in attacco scaldano i motori Mancuso, Pettinari e Yamga. In panchina il recuperato ed esperto Campagnaro,

Sugli spalti dell’Adriatico, ad accompagnare la Salernitana, ci saranno quasi 500 tifosi. Arbitra Martinelli di Roma.

LA PARTITA

Pomeriggio alquanto freddo su Pescara con un vento teso che soffia alle spalle della tribuna nonostante un timido sole faccia capolino sull’Adriatico. Partita vivace già dalle prime battute. Al 5’ ottima imbeccata su punizione di Zito che pesca in area Schiavi ma l’inzuccata del centrale è fuori. Risponde la squadra di Zeman con Yamga: Radunovic fa buona guardia. Casasola in due minuti sbroglia due pericolose situazioni biancazzurre. Abruzzesi più in palla nelle prime battute con i campani tutti dietro la linea della palla. Al quarto d’ora primo giallo di giornata per Schiavi che abbatte a centrocampo Valzania lanciato in contropiede. Lo stesso Valzania un minuto dopo cicca clamorosamente la palla del vantaggio. Al 20’ ci prova Brugman contro una difesa granata in confusione. Al 24’ lampo di Zito che batte al volo di sinistro, Fiorillo si rifugia in corner. Alla mezz’ora clamorosa occasione per i padroni di casa sciupata da Pettinari, sulla ribattuta di Radunovic Mazzotta è pescato in off-side. Mazzotta ci prova dal vertice sinistro ma viene fermato. Nel finale buona iniziativa Zito-Palombi che non viene concretizzata. Termina così un discreto primo tempo.

SECONDO TEMPO

Ripresa che comincia con Colantuono che manda in campo Di Roberto al posto di Schiavi. E quindi difesa granata che passa a quattro in difesa con Pucino, Monaco Casasola e Popescu indietro. Zeman non cambia nulla. Seconda frazione con una Salernitana che appare più dinamica. Ci prova Sprocati, ma la sfera è alta. Al 12’ entra Kiyine per uno stanco Della Rocca. Al quarto d’ora Mancuso di testa batte Radunovic ma l’arbitro annulla per off-side. Carraro viene ammonito al 17’. Prova a portare scompiglio sulla destra con il neo entrato Kiyne la formazione campana. Al 23’ cross di Pucino, Palombi gira bene di testa ma la sfera è alta. I granata alzano il baricentro con i ragazzi di Zeman che non riescono più a dare il ritmo della prima frazione. Alla mezz’ora contropiede di Palombi in velocità fermato fallosamente da Gravillon che viene ammonito. La punizione di Kiyne termina fuori. Zeman inserisce Proietti per Carraro e Bunino per Pettinari.

Al 35’ punizione dal limite dei biancazzurri, Brugman si sistema la sfera e con un tiro a giro fa secco Radunovic. Esplode l’Adriatico. Colantuono inserisce Bocalon per Zito per tentare il tutto per tutto. Ancora Brugman in mezza girata sfiora il raddoppio. A cinque dalla fine Bunino tutto solo in ripartenza si fa ipnotizzare il tiro da Radunovic in disperata uscita. Nel finale Martinelli allontana Colantuono espulso per proteste. Dopo quattro minuti di recupero e altri pericoli pescaresi finisce cosi: all’Adriatico affonda la Salernitana aprendo a questo punto una crisi tecnica che potrebbe sfociare addirittura con un nuovo ribaltone in panchina. Sabato con la Pro Vercelli Colantuono si gioca tantissimo.

l tabellino:

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Balzano, Gravillon, Perrotta, Mazzotta; Valzania, Carraro (32’st Proietti), Brugman; Yamga, Pettinari (32’st Bunino), Mancuso. A disp.: Savelloni, Campagnaro, Elizalde, Fiammozzi, Machin, Capone, Baèz, Cocco. All.: Zeman.

SALERNITANA (3-5-2): Radunovic; Casasola, Schiavi (1’st Di Roberto), Monaco; Pucino, Della Rocca (12’st Kiyine), Minala, Zito (37’st Bocalon), Popescu; Sprocati, Palombi. A disp.: Adamonis, Russo, Tuia, Vitale, Signorelli, Rossi. All.: Colantuono.

Arbitro: Martinelli di Roma 2.

Ammoniti: Schiavi (S), Carraro (P), Gravillon (P).

Reti: 36’st Brugman (P).

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

27 COMMENTI

  1. Dimettiti fai più bella figura, hai giocato contro una squadra mediocre e hai perso.Anche perché giochi sempre in modo difensivo.

  2. Colantuono non ha capito nulla. È lui la vera delusione, tuttavia squadra scarsa e società inesistente. Meglio evitare queste figure e ripartire da zero con gente con entusiasmo. Lotito e compari ci hanno fatto passare la voglia di andare allo stadio, non se ne può più

  3. E il maitre chocolatier lui non rischia mai ? Se non puo’ e non riesce a fare mercato perche’ non da’ le dimissioni in primis lui, mo lo volete da colantuono, il presepe e’ questo giocatori scarsi portati da lui e il suo presidente loro brugman sul pallone noi facciamo tirare a kiyine le punizioni ho detto tutto.

  4. Iativinni a ffangulo (detto in avellinese) . Loooooteeeee (in napulegno) Lotito ci hai scassato o cazzo tu mezzarecchia e chella chiavica lecchina ed incompetente del ds. Non censura grazie

  5. Ringraziate la nuova guardia e il centro di coordinamento oltre al club granata di orilia. Loro sono la vera rovina di Salerno

  6. Non prendiamocela con l’allenatore e neanche con la squadra. La sostanza e’ che la ns amata salernitana puo’ soltanto salvarsi perche’ ha grosse lacune in porta, a centrocampo ed in attacco, e i signori romani pur sapendolo non hanno fatto un bel niente per porvi rimedio. Quindi uniamoci ancora una volta intorno alla squadra e portiamola alla salvezza.
    Spaccare ora l’ambiente e crocifiggere giocatori volenterosi ma mediocri e’ atto di autolesionismo.

  7. Non penso che Colantuono sia il problema ,piuttosto lo sono Lotito e Fabiani sono loro che scelgono questa sottospecie di giocatori che portano a Salerno. Quindi mi chiedo C’e’ qualcuno che puo’ mandarli via ?

  8. all’articolista, poi, che parla di colpo in canna….ma quale partita ha visto? Ma di quale canna parli…..??
    Fumi roba cattiva, sient’a’mme! Ha giocato solo il Pescara, sbagliando più di un gol già fatto a porta vuota, con una rete annullata al centimetro….e io parate del portiere del Pescara non ne ho viste. Un tiro uno -casuale- lo ha fatto Zito. Poi gli unici interventi salva tutto li ha fatti il nostro portiere. E lo volete da Colantuono? Questi sono di una inconsistenza tecnica più unica che rara, sono scarsi e senza carattere, con almeno un paio elementi utili ma messi fuori rosa solo per volere della società, e voi lo volete da Colantuono?? Ma andate ai giardinetti e chiudete con il pallone.

  9. Grazie Pescara. Ora i veri salernitani sabato prossimo l unico obiettivo è DISERTARE x mandare via qst società di merda da Salerno. Ki nn ha dignità continuasse a leccare il culo a qst indegni. Meglio tornare sui campetti di cava e nocera ma a testa alta. LOTITO e MEZZAROMA siete il male di Salerno

  10. Colantuono rischia? E che deve fare? Non avete capito che la società prende in giro tanto i tifosi quanto i dipendenti? Colantuono di sicuro poteva aspettare un altro paio di partite e finire in una squadra più dignitosa, se ha scelto di venire qui è perché Fabiani come al solito lo ha raggirato. Penso che la conferenza di questa settimana sia piuttosto chiara in tal merito. Io spero per lui che si dimetta e non si faccia carico delle responsabilità del presidente peggiore della storia della Salernitana e del dirigente più scandaloso della storia del calcio italiano insieme al suo mentore Moggi. Bisognerebbe fare pressione sul comune affiché chieda alla società di farsi da parte e trovare un nuovo acquirente, invece di fare preparativi per festeggiamenti. Lotito ha dimostrato con i fatti di essere peggio di Lombardi e chi sostiene questa società è un nemico della Salernitana.

  11. Se diamo la colpa a Colantuono sbagliamo , L unica cosa che nn quadra sono le parole prima del contratto , cioè avrebbe firmato solo con garanzie di mercato a gennaio. Adesso mi dispiace dirlo ma è come i soliti burattini alla corte del porco . Costringiamolo a vendere la salernitana , questo pubblico nn lo merita sto cretino romano , anzi sti cretini , perché se Mezzaroma ci teneva avrebbe evitato di comportarsi come lui

  12. Napoletano nn parlare tu che galleggi e nn vinci mai niente , stasera sorpasso perché perderai contro il porco di lotito

  13. tutti contenti vero??in C dobbiamo andare
    questo ci meritiamo
    giornalai ridicoli buoni solo a crear casino
    tifosi ridicoli,tranne quelli veri che sostengono sempre la squadra
    contestate Lotito ..va bene
    chi viene al suo posto?
    sapete solo sfasciare tutto
    PENOSI

  14. DISERTARE o andare in 30000! Tutti uniti x una volta scegliete una linea e seguiamola tutti!
    Tutti uniti x il bene della Salernitana!!!

  15. Oggi ho strappato l’abbonamento con questi soggetti e questa società non voglio averci più a che fare.

  16. Ci mancava il cavaiuolo frustrato che spera nel ripescaggio per il fallimento del Vicenza…cavaiuoli fate pena, preoccupatevi di come far arrivare l’acqua a Cava lavatevi!! No censura

  17. Ormai i giochi sono fatti… Il mercato è chiuso e ognuno si tiene i purpi che ha! O sosteniamo la salernitana o disertiamo. Io non lecco il culo alla società ma non abbandonerò mai la Salernitana!!! Non esiste la categoria, volevamo il Granata, volevamo il nome, volevamo il cavalluccio, questa è la salernitana e la sosterrò fino alla fine… Dove sono gli ultrà?

  18. Probabilmente i capi ultras vengono sostenuti economicamente da Lotito, non si spiega il loro silenzio.

  19. tutti genuflessi e spaventati dal dopo Lotito/Mezzaroma, ma davvero credete che solo loro due sarebbero stati capaci di far risorgere la Salernitana dalle ceneri? ma non diciamo stupidate , con un pubblico come il nostro ci sarebbe riuscita anche una cooperativa di volenterosi. la serie C sarebbe stata sicuramente alla portata economicamente e organizzativamente e ci sarebbe stato sicuramente il modo per gettare le basi di un futuro più esaltante di questo anonimato calcistico che pian pianino svuoterà i nostri animi, la nostra passione e l’Arechi. Prima vanno via i burattinai e i loro burattini e meglio sarà per il futuro della Salernitana.

  20. Dai non disperate.tre punti ed è champions league.siete l’orgoglio della provincia.forza pescivendoli forza pescherie

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.