Ambiente: in Regione si discute sui limiti di emissione ed immissione odorigena

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Stamani in Regione si è tenuto il tavolo tecnico istituzionale, presieduto dal professor Vincenzo Belgiorno su delega dell’Assessorato regionale all’Ambiente.

Presenti anche, in qualità di uditori, i rappresentanti dei comitati di Battipaglia ed Eboli, oltre ai sindaci di Battipaglia ed Eboli, Francese e Cariello, gli assessori delegati dei due Comuni, i dirigenti tecnici, il consigliere provinciale delegato all’Ambiente Mimmo Volpe ed il segretario generale della Camera di Commercio.

Il professor Belgiorno ha rappresentato la volontà della Regione di stabilire nuove norme specifiche che introducano i limiti di emissione ed immissione odorigena entro aprile 2018 e, soprattutto, la rimodulazione delle quantità di rifiuti da conferire complessivamente agli impianti di trattamento della frazione organica di Battipaglia ed Eboli dalle previste 55mila tonnellate annue a 35mila. Il docente ha poi sottolineato come la Regione svolga il ruolo di programmazione mentre la legge regionale di riordino della gestione rifiuti mantenga in capo ai comuni, tramite l’Ato, la gestione ed il controllo del sistema di raccolta e recupero.  Infine ha sottolineato la volontà dell’Assessore Fulvio Bonavitacola a prevedere il finanziamento di tecnologie atte a ridurre le emissioni odorigene provenienti dagli impianti come quello di Eboli.

Una ulteriore riduzione delle quantità fino a 30mila tonnellate annue viene suggerita dalla sindaca di Battipaglia, dal consigliere Volpe e con il consenso anche del sindaco Cariello si rimanda ad una ulteriore verifica successiva alla formazione del Sad (sotto ambito distrettuale) che rispetti anche il principio di prossimità.

Entrambi i sindaci chiedono uno studio di fattibilità di una bretella autostradale specificamente dedicata al traffico verso la zona industriale. La Francese ha anche sottolineato la necessità di intervento sulle discariche di Grataglie e Castelluccio.

Infine il consigliere Volpe ha posto l’attenzione sulla necessità che gli impianti funzionino al meglio ed in piena potenzialità in modo da poter ridurre e contenere la tariffa dovuta dai cittadini.

Il verbale della riunione, condiviso all’unanimità, è stato integrato dalla documentazione presentata dai comitati dei cittadini ed inviata all’assessorato regionale all’Ambiente.

Particolarmente soddisfatto il consigliere Volpe : “Alla fine abbiamo sottoscritto un documento unitario che raccoglie le istanze dei comitati e la volontà dell’opinione pubblica. La cosa fondamentale è che si ridà autonomia al costituendo sub ambito della Piana del Sele e che si riducono le quantità di rifiuti da trattare ottemperando al principio di prossimità. Nei prossimi giorni vi sarà un incontro pubblico con l’Assessore regionale all’Ambiente ed i sindaci di Battipaglia ed Eboli per ribadire il rispetto dell’impegno sottoscritto”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.