Salernitana, la storia infinita

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Venerdì sera la Salernitana aprirà le danze della sesta di ritorno di serie B, ma la partita del Picco è scivolata in secondo piano, in questi giorni, dopo l’ultimo proclama presidenziale e ciò che ne è scaturito. Gli annunci a distanza della proprietà granata, in un momento già particolare, caratterizzato dagli altalenanti e poco incoraggianti risultati raccolti dalla squadra di Colantuono, non hanno aiutato a distendere gli animi, anzi. Il malcontento generale non può che aumentare dopo le ultime esternazioni, che poi, di fatto, nulla aggiungono a quanto ciclicamente tuonato dal co-proprietario granata.

In sostanza il ritornello rimane sempre quello, con l’aggiunta di qualche strofa in più. Quando la ruota non gira, l’indice viene puntato sul pubblico, sui giornalisti, sull’ambiente, sui salernitani in generale ed ora anche sul Santo Patrono. Poi, puntualmente, quando Lotito esagera, Mezzaroma è costretto ad abbassare i toni. La storia si ripete. Anche adesso. La sensazione è quella di restare intrappolati in un perenne deja vù. Si continua a battere sul solito tasto, quello del calo dei paganti, che poi alla fine non è altro che un effetto dell’atteggiamento di parte della proprietà.

Se da un lato, però, le stoccate di uno dei soci risultano irritanti e insopportabili, soprattutto perchè si ripetono ciclicamente, dall’altro rischia di diventare stucchevole anche l’atteggiamento del suo alter ego. Ormai Mezzaroma entra in gioco solo quando c’è da spegnere il fuoco della polemica, alzata puntualmente dal cognato. I tifosi granata si aspettavano qualcosa di più da lui, al di là degli inviti a mantenere l’equilibrio nei momenti di difficoltà. I tifosi, probabilmente, vorrebbero avvertire affetto, calore, attenzione e azione da parte della presidenza. In definitiva vorrebbero, forse, che i presidenti facessero i presidenti. E visto che uno dei due soci si è definito proprietario, non patron, ne resta solo uno a cui appellarsi.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Sull’educazione del Sig. Mezzaroma non si discute, però tutto quello descritto nell’articolo è l’innegabile realtà, così come non si discute che Lotito è un cafone esaltato e maleducato.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.