Il Parma più freddo del Burian: gelato l’Arechi. Baratro granata

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
35
Stampa
Il Parma più freddo del Burian, gela l’Arechi e porta a casa l’intera posta in palio con un gol di Dezi al 33’ del primo tempo. Fino a quel momento una buona Salernitana incapace però come sempre di concludere con decisione a rete. Troppo isolato Palombi, troppo discontinuo Sprocati, impalpabile Di Roberto che sciupa l’ennesima chance. Inutili nella ripresa gli ingressi di Rosina e Bocalon. Nessuna azione creata in un assalto che non si concretizza mai. Anzi Dezi due volte e Iacoponi sciupano più volte il raddoppio mantenendo in vita una Salernitana ormai in coma…Ora bisogna fare presto per evitare di morire proprio. Ore contate per Colantuono? Per il tecnico laziale sarà una lunga, lunghissima, fredda nottata.

Salernitana dunque obbligata a vincere questa sera contro il Parma. Nel gelo dell’Arechi e dinanzi a pochi intimi nell’anticipo della settima di ritorno del campionato di B Stefano Colantuono si gioca la panchina. Due punti nelle ultime cinque partite contro avversari modesti come Ternana e Pro Vercelli. Poi una serie di sconfitte ed un ruolino di marcia, per il mister di Anzio, che suona come una condanna: 8 punti in 9 partite. Sotto la sua gestione la Salernitana di Colantuono ha subito 16 reti in nove giornate di campionato. Le ultime tre venerdì scorso a La Spezia.

La squadra granata, 6 vittorie su 27 partite non vince dal match interno con il Venezia (3-2) di oltre un mese fa. Andamento lento, troppo lento che ha spinto la squadra sul baratro ad appena 2 punti dalla zona spareggi salvezza.

Colantuono opera un’autentica rivoluzione. Di modulo e di uomini. Stasera si cambia ancora spartito tattico. Confermata però la difesa a tre. Davanti a Radunovic ci saranno Casasola, Schiavi (che torna a guidare la retroguardia) e Monaco. Novità anche a centrocampo: accanto alla coppia centrale Ricci-Minala ci saranno a destra Pucino mentre a sinistra nuovamente epurato Vitale, Colantuono rilancia in una partita di battaglia Antonio Zito. Cambiamenti anche in avanti: niente Rosina ma novità Di Roberto. L’esterno partenopeo farà parte del tridente con Sprocati e Palombi. Bocalon scivola forse definitivamente in panca.

4-3-3, invece, per il Parma di Roberto D’Aversa. Davanti a Frattali, Gazzola e Gagliolo sugli esterni e al centro la coppia con Iacoponi e Di Cesare. A centrocampo Scavone, Dezi e Scozzarella. In avanti, invece, Da Cruz accompagnerà Roberto Insigne e Calaiò che farà accomodare in panchina Ceravolo. Arbitra Pinzani di Empoli.

LA PARTITA

Minimo storico di spettatori all’Arechi in una serata gelida e fredda. Poche presenze anche per il momento negativo in cui versa la squadra granata precipitata sul baratro dei play-out dopo la scoppola di La Spezia. La curva sud con un eloquente striscione invita senza mezzi termini la squadra a cacciare gli attributi. Squadre in campo con le rispettive prime divise ufficiali.

Parte subito pericoloso il Parma con Da Cruz che in ripartenza sciupa un invitante occasione. La Salernitana dopo un iniziale imbarazzo sembra incominciare a macinare una buona trama di gioco. Al 10’ Ricci lavora un bel pallone dalla destra, sfera a Casasola che in progressione offensiva spara alto. All’ 11’ Zito in percussione forse è fermato fallosamente, Pinzani tra le proteste lascia correre. Al quarto d’ora punizione dei campani con Pucino, la botta termina di poco fuori. Dopo un minuto imbeccato bene Ricci in area, la sfera del mediano è però fuori. Al 24’ Insigne si beve Schiavi in velocità, Casasola salva tutto. Ci prova ancora Pucino con il destro dalla distanza, la mira è alta.

Al 29’ tegola in casa emiliana: strappo muscolare per Scozzarella, al suo posto l’ex foggiano Vacca. Dopo due minuti ci prova Sprocati, Frattali blocca agevolmente. Il Parma in ripartenza trova però il vantaggio: Vacca innesca a sinistra Calaiò che taglia la mediana e crossa basso a centro area, inserimento perfetto di Dezi che buca Radunovic. Cala il gelo, ancor di più sull’Arechi. I granata provano l’immediata reazione e Iacoponi ferma con le cattive Zito, giallo per l’emiliano. I granata non trovano varchi e provano sovente la conclusione dalla distanza. Nervosismo nel finale con una quasi zuffa tra Calaiò e Schiavi che entrambi vengono ammoniti. Allontanato per proteste il secondo di Colantuono Beni. Finisce un vivace primo tempo.

SECONDO TEMPO

Squadre in campo per la ripresa con i medesimi schieramenti. Parte aggressiva la Salernitana con Zito che prova a innescare Minala in area, il mediano non controlla e perde l’attimo. Al 6’ giallo per Ricci che ferma Calaiò, diffidato l’ex Perugia salterà Ascoli. Colantuono gioca la carta Rosina al posto di Zito. Ma è il Parma che sfiora il raddoppio con Da Cruz in contropiede, Schiavi chiude bene stavolta in corner. All’11’ Calaiò la deposita in rete ma è fuorigioco dell’ex azzurro del Napoli. Sprocati fa solo il solletico a Frattali al quarto d’ora. D’Aversa toglie Da Cruz e inserisce Frediani, risponde Colantuono con Bocalon per Di Roberto.

Al 16’ il sempre verde Calaiò in ripartenza sciupa il 2-0. Al 22’ Palombi serve un buon pallone a Bocalon, anticipato in angolo. Il Parma praticamente si chiude in difesa affidandosi al contropiede. Al 31’ Frediani serve un assist d’oro a Dezi che di testa non inquadra lo specchio della porta di Radunovic. Negli emiliani ecco Anastasio per Insigne mentre dentro Kiyine per Ricci. Intanto ancora Dezi sciupa il raddoppio in contropiede al 35’. Scavone con un tiro a giro esalta i riflessi di Radunovic che vola in corner.

Sul finire di gara ci prova Sprocati con un destro a giro dai 20 metri che non inquadra il sette finendo di poco alto. Il muro del Parma è invalicabile e la Salernitana si affida soltanto a conclusioni da fuori come il tiro di Kyine forte ma centrale facile preda per Frattali. A nulla servono i 4 minuti di recupero concessi dal direttore di gara. Ora bisogna fare presto per evitare di morire proprio. Ore contate per Colantuono? Per il tecnico laziale sarà una lunga, lunghissima, fredda nottata.

SALERNITANA – PARMA 0-1

SALERNITANA (3-4-3): Radunovic; Casasola, Schiavi, Monaco; Pucino, Ricci (33’st Kiyine), Minala, Zito (7’st Rosina); Di Roberto (15’st Bocalon), Palombi, Sprocati. A disp.: Adamonis, Mantovani, Popescu, Asmah, Tuia, Vitale, Akpa Akpro, Della Rocca, Signorelli. All.: Colantuono.

PARMA (4-3-3): Frattali; Gazzola, Iacoponi, Di Cesare, Gagliolo; Dezi, Scozzarella (30’pt Vacca), Scavone; Insigne (33’st Anastasio), Calaiò, Da Cruz (15’st Frediani). A disp.: Nardi, Dini, Lucarelli, Sierralta, Barillà, Baraye, Ceravolo. All.: D’Aversa.

Arbitro: Pinzani di Empoli.

Ammoniti: Iacoponi (P), Schiavi (S), Calaiò (P), Ricci (S).

Reti: 34’pt Dezi (P).

Spettatori: 5826.

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

35 COMMENTI

  1. Ormai dopo ogni partita della Salernitana più che un forum, la parte dei commenti, è una specie di corte dei miracoli: tra i cavesi dediti all’onanismo sognando derby che ormai non si giocano da 10 anni, napulilli illusi e altri casi umani, manca solo quello che ad ogni partita ci mette un bel “Ricordatevi che dobbiamo morire”, e poi stiamo a posto. A tutti questi fenomeni da tastiera in merito alle loro sentenze, come avrebbe detto Massimo Troisi: “Mo me le scrivo”. Intanto ho la sensazione che a fine anno molti dovranno usare la Fissan, per la condizione di arrossamento pruriginosa perianale che presenteranno….Comunque grande Cavese, forse riuscirete anche a vincere il derby con l’Ogliarese.

  2. E tu ne sai qualcosa di fissan visto che da buon salernese ne sei un avido consumatore

  3. Cava trionfa…contro l’Ogliarese appunto. Forse la Fissan la stanno usando i tanti della provincia che vedono che le loro squadre sono irrilevanti e lo saranno sempre a confronto della Salernitana e dei napoletani, che, nonostante il temporaneo primato in massima serie, evidentemente hanno ancora problemi a digerire quei reperti storici che sono state le figuracce rimediate ai tempi in cui le due squadre giocavano nella stessa categoria. Immagino che le supposte anche se “scadute” vi creino grande irritazioni al popó. Fate attenzione a non finire ad usare la vaselina a fine stagione. Cia cia.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.