Governatore De Luca contestato a Pozzuoli con sacchetti di immondizia

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
24
Stampa
Una trentina gli attivisti, appartenenti al centro sociale Insurgencia, a Pozzuoli (Napoli), hanno lanciato dei sacchetti di rifiuti all’indirizzo del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, che nell’ospedale Santa Maria delle Grazie stava prendendo parte, con altre autorità, all’inaugurazione del reparto di urologia. I manifestanti sono stati allontanati dagli agenti della Polizia di Stato dei commissariati di Pozzuoli e Giugliano in Campania.
“Non ci facciamo impressionare ed intimidire da queste imbecillità. Verranno querelati per diffamazione. Queste sono azioni di plebeismo e camorrismo. Tentativi di sabotaggio del nostro lavoro, messe in atto per fare provocazione. Coinvolti anche i miei familiari e mio figlio. Ho già detto a questi signori che se vogliono fermarmi devono spararmi alla testa”. Queste le parole di De Luca dopo la contestazione da parte di attivisti dei centri sociali, con lancio di sacchetti di spazzatura.
Il Governatore poi torna a fare riferimento all’inchiesta di Fanpage. “E’ stato ingaggiato un camorrista, tale Perrella, che attraverso il commercialista di famiglia ha fissato con mio figlio un incontro. Nell’incontro doveva dire come ha detto solo due parole precise: ecoballe e 15%. Su questo hanno costruito tutta la vicenda. Mio figlio non c’entra. Questi sono squadristi che in piena campagna elettorale e a dieci giorni dalle elezioni hanno messo su un’azione infernale. Noi andremo avanti. Proseguiremo a testa alta per la nostra strada”.
Sulla contestazione De Luca ritorna prima di abbandonare la sala: “Questa mattina è stata fatta un’azione solo per dare titoli alle agenzie ed ai giornali su De Luca. Questi al 90% sono figli di papà che non sanno quello di cui parlano”.
Conclude con un excursus giovanile: “Ad Angri da giovane attivista ho visto in faccia la camorra. Sono sceso in piazza al fianco dei contadini per combattere i camorristi che volevano imporre il prezzo del pomodoro san Marzano. Abbiamo attuato blocchi stradali per impedire che il prezzo venisse imposto dai camorristi. Ci mandarono contro i camion. Resistemmo e ne uscimmo con i contadini vincitori”.

VIDEO DI TELENUOVA.TV

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

24 COMMENTI

  1. Non sono belle cose, ma non è molto edificante nemmeno che un presidente di regione dia della cafona ad una persona, madre di tre figli, che lo contesta. Per me dura ancora per poco, ma forse questo lo sa anche lui, altrimenti certi atteggiamenti non si spiegano

  2. Perchè le madri di 3 figli non possono essere cafone??? Dipende dai comportamenti ed in questa rivolta e solo gente interessata che protesta…si vede che se protestano i loro loschi interessi sono attaccati. Magari ce ne fossero 1000 di De Luca in Campania e meno camorristi.

  3. Primo, si sente chiaramente dall’audio che non si tratta di una “cafona”, ma di una normale persona che protesta (se, poi, la protesta non è ammessa e siamo in Corea del Nord, non me ne ero accorto, credevo di trovarmi su suolo italiano).

    Secondo: può pure essere che ci sia gente interessata, ma può pure essere che ci sia gente che protesta a ragion veduta. Quindi, di cosa parliamo? I “loschi interessi” della signora li dobbiamo ancora vedere, mentre dai filmati si nota che c’è alla Regione un bel problema che andrebbe risolto.

    Ora: De Luca è capace di risolverlo? Io dubito, perché glielo ha dovuto far vedere Fanpage che c’era un problema e portarlo a prendere provvedimenti! Se, poi, ci vogliono 1000 De Luca per vedere questi problemi, possiamo vedere quanti nipoti gli daranno i figli e vedere se prima o poi “appariamo” a mille…

  4. gentaglia sobillata dai mentecatti a 5 stelle….il popolo è stanco di atteggiamenti anarco violenti atti a creare solo confusione oltretutto in occasione di una manifestazione positiva….

  5. … gli africani che sbarcano e i rom sono avanti anni luce.
    Ma quale centro sociale, quello è un centro accozzaglia di varie porcherie.

  6. semplicemente professionisti della caciara. Fa bene De Luca a denunciarli. Dal labiale si capisce che chiede nomi e cognomi.

  7. manifestazioni squallide organizzate certamente da ignoranti V stelle (non più grillini, perchè il furbo è scappato) o da qualche nostalgico dalemiano. non accettare che de luca ha cambiato (in bene) salerno e lo stesso sta facendo per tutta la campania è da ingrati.
    come mai tutti i garantisti sono spariti? vedrete che anche la bufala montata sul figlio di de luca sarà chiarita. non criticate solo

  8. Un unico cafone: Vincenzo De Luca. Quelli, poi, che continuano a difenderlo sono fatti della stessa materia, ossia MUNNEZZA COME LUI

  9. Hanno prostentato giustamente vede un c.afone salernrse inferiore che vuole comandare non è mai bello

  10. Si sono arrabbiati perché De Luca gli vuole portare via i beneamati sacchetti.

    Si dovrebbe fare un muro alto alto alto fino al soffitto…

  11. Perché quell’oggetto misterioso che giace in un angolo del lungomare e ricorda molto vagamente piazza del plebiscito (ma senza il palazzo reale) sarebbe cambiare in bene? Quello come tanti altri oggetti rimasti anche appesi, di cui anche tu, nonostante lo spessore degli occhiali, ti sarai certamente accorto

  12. Guarda bene perché quelli lanciati a deluca erano tifosi della s.alernese ..che cmq vanno elogiti perché si sono sacriticati un bene superiore

  13. Il governatore esplicitamente ha detto” per fermarmi mi dovete sparare in testa”
    Certamente è uno stile tutto suo. Uno stile violento
    Per non parlare dei “cafoni” che sono tali solo perchè manifestano contro di lui.
    Ha bisogno di un ricovero il ducetto.

  14. X cittadino: ma dove vivi? Salerno è stata cambiata in meglio da De Luca? Ma vedi in quali pietose e squallide condizioni si trova tutta la città? Perchè non aggiungi che ogni metro quadrato di suolo pubblico ci è stato rubato e svenduto agli ignobili palazzinari, ignobili quanto lui ed i suoi interessi? E perchè non aggiungere pure che una città ridotta in condizioni squallide, peggiori di una città nordafricana dal soggetto di cui si parla, è la città dove si pagano le imposte locali più alte in Italia? E che dire della raccolta differenziata che, mentre in ogni parte del mondo è risorsa per abbattere le imposte, qui è un altro modo per aumentarle? Cittadino, ti sei chiesto il motivo del continuo decremento dei residenti dagli anni novanta? Cittadino, vergognati più del tuo duce!!!!!!

  15. Pietose e squallide condizioni in cui si trova la città?? Ma dove vivi guarda che forse ti è impazzito il navigatore e anziché a Salerno ti ha portato a Caserta. Fascista.

  16. Scusa, ma da quanti anni sei intrappolato nella città di Salerno? Perché Caserta tanto male non sta…

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.