Nuovo Ospedale di Salerno: approvato protocollo per 327 milioni

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
La Giunta Regionale ha approvato lo schema di Protocollo d’Intesa per la realizzazione del nuovo Complesso Ospedaliero San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno tra  Comune di Salerno, Azienda Ospedaliera Universitaria, Azienda Sanitaria Locale e Università degli Studi di Salerno, oltre ovviamente la Regione Campania. Il Protocollo di Intesa tra gli enti ha l’obiettivo di velocizzare le procedure e di mettere a sistema tutte le informazioni e le decisioni che sono connesse alla realizzazione dell’ospedale. Come primo impegno dopo la sottoscrizione di questo documento, le parti– si impegnano a fornire tutte le informazioni utili, per quanto di rispettiva competenza, per l’avvio della gara di progettazione dell’ospedale.

Oltre alle collaborazione per la realizzazione del nuovo ospedale, il Protocollo impegna anche le parti a valutare tutte le ipotesi di nuova destinazione delle strutture dell’attuale Plesso Ruggi di Salerno. Si tratta di un investimento complessivo pari a 327 milioni di € previsto nell’ambito del Patto per la Campania firmato con il Governo. Il nuovo Ospedale, così come previsto nel Piano regionale di Programmazione della Rete ospedaliera approvato dal Commissario ad acta il primo gennaio di quest’anno, ospiterà complessivamente 716 posti letto.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. In tempi di elezioni tutto programmano…tutto vogliono fare…niente fanno e faranno…dove prenderebbero mezzo miliardo di euro?
    Aivoglia di lavorare nella vecchia struttura…fatiscente…sporca…inadeguata (certi reparti) ad ospitare pazienti…

  2. Conoscendo la “velocità” nel fare queste cose… i nostri nipoti PUO’ essere che lo vedranno!!!
    solo per costruire 2 ascensori ci sono voluti 7 anni… non riesco nemmeno a immaginare quanti anni occorreranno per un nuovo ospedale.

  3. Ospedale attuale: posa della prima pietra 1951 ( tra l’altro questo chiarisce l’inadeguatezza attuale della struttura, progetto degli anni ’50) consegna definitiva 1980. Forse i miei nipoti potranno accedervi…..

  4. A parte il fatto che sono fandonie, promesse elettorali, ma a che servirebbe una struttura nuova? Per sistemare altri amici, figli parenti ecc. ?
    Quello che non va è chi gestisce ed organizza la struttura, chi invece di lavorare durante il proprio turno timbra e se ne va a fare i fatti suoi, chi non è capace proprio perché messo lì tramite politica politicante, ecc.ecc. ecc…….Altro che ospedale nuovo!
    P.s.
    Ma poi questo ospedale si aggiungerebbe alle altre opere mai finite? Palazzetto dello sport(da abbattere),cittadella, stazione marittima(biglietteria, please),piazza libertà(un mese si lavora e tre fermi), galleria ,ecc. , senza contare il degrado della lungomare, l’abbandono dei parchi pubblici e dulcis in fundus la litoranea da terzo mondo che abbiamo. Come disse Totò :《ma mi faccia il piacere! !!!!!!》

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.