Elezioni 2018: Italiani chiamati al voto, urne aperte sino alle 23

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Seggi aperti in tutta Italia per il rinnovo di Camera e Senato. Si vota nella sola giornata di oggi, dalle 7 alle 23. Gli elettori di Lazio e Lombardia sono chiamati alle urne anche per scegliere i presidenti delle rispettive Regioni. Lo scrutinio avrà inizio al termine delle operazioni di voto e di riscontro del numero di votanti, cominciando dallo spoglio delle schede per l’elezione del Senato. Successivamente, dalle 14 di lunedì 5 marzo, in Lazio e Lombardia, si svolgeranno gli scrutini per le elezioni regionali.

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha votato poco dopo le 8:30, nella sezione 535 della scuola Giovanni XXIII del quartiere Libertà a Palermo. Nel capoluogo si registrano ritardi nell’apertura di alcuni seggi a causa di un errore che ha causato la ristampa delle schede di 200 sezioni. Subito dopo il voto il Capo dello Stato è uscito dalla sezione elettorale dimenticando di ritirare il documento d’identità che il presidente di seggio ha subito provveduto a consegnare agli uomini della scorta.

Inevitabili le polemiche nel capoluogo siciliano. “E’ scandaloso che a quasi due ore dall’apertura delle sezioni elettorali in tutta Italia, a Palermo vi siano alcune persone ancora fuori dai seggi”. E’ il commento di uno degli elettori in attesa di votare nell’istituto Uditore Setti Carraro dove hanno appena aperto i seggi dopo la timbratura delle nuove schede elettorali.

I NUMERI NEL SALERNITANO

Il numero di seggi nel vasto territorio salernitano è di 1.158. Gli elettori che sono chiamati ad esprimere oggi la propria preferenza sono 872.540 divisi in 22.294 uomini e 450.246 donne. I singoli candidati si affrontano dunque nei collegi. Nell’uninominale i collegi sono 4 alla Camera e 2 al Senato, mentre 7 comuni (Castelnuovo di Conza, Colliano, Contursi Terme, Laviano, Oliveto Citra, Santomenna e Valva) sono stati accorpati al collegio di Ariano Irpino e, dunque, non rientrano, da un punto di vista elettorale, nella nostra provincia.

La Campania eleggerà 60 deputati e 29 senatori. Per le elezioni alla camera dei deputati la Campania è divisa in due circoscrizioni. Alla circoscrizione Campania 1 sono assegnati 32 seggi di cui 12 uninominali. I restanti 20 seggi sono attribuiti con metodo proporzionale in tre collegi plurinominali. Per l’elezione del Senato della Repubblica alla regione Campania sono assegnati 29 seggi11 dei quali attribuiti nei collegi uninominali, i restanti 18 seggi sono attribuiti con metodo proporzionale in tre collegi plurinominali.

 

LA DIRETTA TWITTER: #ELEZIONI2018


COME SI VOTA

La nuova legge prevede un sistema elettorale misto sia alla Camera che al Senato: un terzo dei seggi è assegnato con il sistema maggioritario e due terzi con il sistema proporzionale. Con il sistema maggioritario in ciascun collegio viene eletto un solo candidato: quello che ottiene più voti. Con il sistema proporzionale a ciascuna lista o coalizione di liste sono assegnati i seggi in proporzione ai voti ottenuti, calcolati a livello nazionale e poi redistribuiti nelle singole circoscrizioni territoriali.

COME SI PUO’ VOTARE (E COSA E’ VIETATO)

Ogni candidato che concorre con sistema maggioritario è identificato sulla scheda elettorale perchè il suo nome è scritto dentro un rettangolo che non presenta simboli ed è collocato in alto rispetto alla lista o alle liste collegate. Ogni lista o coalizione di liste è collegata a un solo candidato. Con il sistema maggioritario sono assegnati 232 seggi alla Camera e 116 seggi al Senato. L’assegnazione dei restanti seggi del territorio nazionale (386 alla Camera e 193 al Senato) avviene con il metodo proporzionale in collegi plurinominali.

LE SCHEDE DALL’ESTERO

Le schede elettorali provenienti dall’estero sono tutte giunte in Italia. E’ quanto conferma il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, che passa ora il testimone alla Corte d’Appello di Roma per lo spoglio e lo scrutinio del voto.  “Le complesse operazioni elettorali si sono concluse con successo”, ha commentato il Direttore Generale per gli italiani all’estero della Farnesina Luigi Vignali, che era ieri ad accogliere nel pomeriggio un volo speciale dal Venezuela a Fiumicino. “Ringrazio i nostri 200 Uffici all’estero per l’incredibile impegno che ha permesso agli italiani di votare, anche in situazioni di crisi. Mi recherò nei prossimi giorni proprio in Venezuela, per valutare come sostenere concretamente i nostri connazionali in quel Paese” ha aggiunto Vignal

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.