Salernitana, il derby non si può “toppare”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Continuità. E’ questa la parola d’ordine in casa Salernitana. In questa fase della stagione è di questo che ha bisogno la squadra di mister Colantuono, chiamata a tirarsi fuori definitivamente dalle sabbie mobili della classifica e a spiccare il volo verso zone più tranquille. I play off, ad oggi, sembrano irraggiungibili a causa di un inizio di 2018 assolutamente deludente. Ora la cosa più importante è mettere in condizione la squadra (e la piazza) di vivere un finale di stagione sereno, senza patemi d’animo.

Per farlo, allora, la Salernitana deve dare continuità alla vittoria ottenuta ad Ascoli dopo più di un mese di digiuno. I granata proveranno a rendere di nuovo l’Arechi un fortino inespugnabile, sebbene nel corso di questo campionato troppo spesso il Principe degli stadi si sia rivelato terra di conquista. Nel nuovo anno, ad esempio, la squadra granata ha vinto solo una volta (contro il Venezia, il 20 gennaio), per poi ottenere un pareggio e ben due sconfitte. Il derby, partita che non ha bisogno di essere preparata in maniera diversa e che porta con se naturalmente una carica emotiva, non va steccato.

Per nessun motivo. Anche perchè l’Avellino, che ha al momento lo stesso bottino della Salernitana, rispetto al team di Colantuono ha da recuperare una partita (quella col Bari, rinviata per la morte di Astori, si giocherà il 2 aprile). Pure dal punto di vista tattico il tecnico laziale sembra intenzionato a puntare sulla continuità e dunque a confermare il 4-3-3 adottato al Del Duca e gran parte dei calciatori capaci di battere l’Ascoli in casa sua. Almeno per dieci undicesimi la Salernitana che affronterà l’Avellino dovrebbe essere quella utilizzata dal primo minuto in terra marchigiana.

Davanti a Radunovic, allora, dovrebbero essere riproposti Casasola, capitan Tuia (che deve guardarsi le spalle dal prepotente ritorno di Mantovani), Schiavi e Pucino (ancora preferito a Vitale). In mediana dovrebbero giostrare l’eroe del Partenio (alias Minala), Signorelli e Ricci, che (se vincesse effettivamente il ballottaggio con Kiyine) rappresenterebbe l’unica novità rispetto alla scorsa gara. In avanti viaggiano verso la riconferma Di Roberto, Bocalon e Sprocati. Ma guai a sottovalutare Palombi e Rosina. A gara in corso, poi, potrebbe esserci spazio anche per Zito, che spera di poter scendere in campo contro la sua ex squadra.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. oggi bisognerebbe disertare…oggi andrebbe fatto il silenzio della curva… se fossimo una tifoseria con gli attributi…ma so già che non andrà così…coreografia! tifo forsennato! e poi da lunedi a lamentarci di essere trattati come l’amante trascurata…

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.