Derby tra striscioni e cori. Nel finale Biancolino perde la testa (video)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Come al solito il derby si gioca anche sugli spalti e non solo in campo, con 16000 tifosi presenti. Già prima della partita infatti ci sono disordini in tribuna. Brutto anche l’episodio di qualche tifoso che ha approfittato del minuto di silenzio in onore di Davide Astori per far sentire il verso della pecora ai tifosi avellinesi. Con l’inizio della gara inizia anche una sequenza di striscioni durante tutti i novanta minuti. Il primo non si riferisce in particolare al derby e recita: “Dignità, maglia e orgoglio di una città…niente e nessuno li calpesterà!”. Poi, con l’eccezione di quello mostrato al 13’ in onore di Astori, “Ovunque tu sarai…i veri campioni non muoiono mai. D.A. 13”, inizia la sequenza di sfottò.

Il primo è: “Fai l’amico dello juventino, il gemellaggio con l’olandese…ma resti sempre un cafone di paese”, a cui seguono nella ripresa: “Taccone ospite d’onore, Pennisi conduce la diretta, Peccato aspettavamo la valletta”, “Ormai lo sa il mondo intero, l’incubo dell’irpino è l’uomo nero” ed infine “Gnummazzo Granata”.

Anche l’Avellino però partecipa alla sfida sugli spalti: “Dal 1900 voi padroni della capitale…ops ma voi della Lazio siete solo la succursale”. I disordini non si limitano a quelli prima della gara, perché intorno al 20’ del primo tempo esplode una bomba carta in Curva Nord, lanciata dai Distinti, che aizza i sostenitori dell’Avellino, calmati con qualche difficoltà dagli steward, mentre la polizia si dispone nel settore granata per evitare altri problemi.

Anche dopo la fine della partita c’è qualche problema vicino al tunnel che porta agli spogliatoi, con il dirigente dell’Avellino Biancolino che cerca guai e viene allontanato con la forza da Kresic, però per fortuna l’attenzione dei tifosi della Salernitana è rivolta soprattutto ai calciatori granata con cui festeggiano la vittoria. Poi gli ultras della Curva Sud continuano i cori nei confronti degli avellinesi per un po’ prima di abbandonare lo stadio e far partire i fuochi d’artificio.

Video dalla pagina facebook di Rosa Punzo

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. ma anche se fosse stato un dirigente della salernitana, ma che figura a fa ste pagliacciate, una mortificazione personale altro che campanilismo

  2. Per la redazione :
    Ma scusate, se un lettore critica De Luca, viene subito censurato; sopra che commento sarebbe,che c’entra con il contesto dell’articolo? Bho?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.