Derby: danni ingenti in Curva Nord, tifosi irpini distruggono i bagni

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Danni ingenti nel settore ospiti della Curva Nord dove un gruppo di tifosi dell’Avellino ha sfogato la propria delusione per la sconfitta nel derby con la Salernitana distruggendo i servizi igienici del settore a loro riservato. Sono stati danneggiati orinatoi e sifoni, in alcuni casi addirittura sradicati dalle pareti, spaccati e rovesciati sul pavimento. Altri bagni sono stati otturati. Il sopralluogo congiunto Comune- Salernitana ha permesso di evidenziare i danni riportati. Ieri i funzionari comunali lavoravano alla nota spese che, di prassi, sarà girata dall’Ente proprietario dello stadio al club granata cui era stato concesso l’impianto di gara. Toccherà poi alla Salernitana rivalersi nei confronti dell’Avellino.

Sono incorso intanto le verifiche sulle immagini registrate dentro e fuori lo stadio e che inevitabilmente porteranno all’emissione di Daspo nei confronti di chi ha lanciato bombe carta e maneggiato fumogeni. Sei ore di filmati, dalle 12.30 alle 18.30 per individuare i volti dei facinorosi. Sta meglio, intanto, l’agente della Digos rimasto ferito al ginocchio durante il derby. Le forze dell’ordine lavorano anche per individuare i protagonisti della rissa a fine gara nel settore ospiti tra tifosi avellinesi.

La lite è esplosa nel piazzale antistante la curva Nord. Tafferugli cominciati anche prima della gara dove a farne le spese era stata una donna di Avellino che nelle colluttazioni ha perso due denti. Malore anche per un bambino. Le telecamere di videosorveglianza, però, hanno ripreso tutto e la Questura di Salerno è in contatto con Avellino che procederà con le identificazioni. Al rientro ad Avellino, gli agenti presenti hanno redatto la relazione per informare dei fatti Digos e Questura, che da ieri sono al lavoro per attuare le misure che riterranno opportune.

A quanto pare, tutti protagonisti dei gravi avvenimenti sono stati individuati. Si attendono i filmati, a supporto della relazione fornita da Iannuzzi, per attuare le misure necessarie. La Questura valuterà anche se informare dei fatti l’ Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni sportive, il quale potrebbe anche decidere di chiudere la Curva Sud, ipotesi già avallata dopo l’aggressione ai dirigenti dell’Hellas Verona in occasione del match contro gli scaligeri nello scorso campionato di B. In quella circostanza ci fu un nulla di fatto, si spera che anche questa volta prevalga il buon senso e non si faccia di tutta erba un fascio.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. e’ inutile commentare quello che succede e’ un film gia’ visto……questo succede anche per noi che quando si va in trasferta in una partita dove c’e’ rivalita’ assoluta si danneggiano le strutture e cosi’ via…..quando poi vengonono loro fanno le stesse cose…..

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.