Elezioni: dopo 13 giorni ancora non proclamati eletti

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
A 13 giorni dal 4 marzo manca ancora la proclamazione dei nuovi parlamentari eletti.

Effetti delle complesse alchimie del Rosatellum. Già da lunedì i neo-senatori e martedì i neo-deputati sono attesi, rispettivamente, a Palazzo Madama e a Montecitorio per le foto e gli adempimenti formali di rito.

Ma ancora non hanno ricevuto il telegramma ufficiale della prefettura che ne certifica l’avvenuta elezione. Il problema è che, già subito dopo il voto, alcuni presidenti di seggio non si sono voluti assumere la responsabilità di fare i complessi calcoli imposti dalla nuova legge elettorale e non hanno concluso le operazioni di scrutinio, ma si sono limitati ad inviare le schede direttamente alle Corti d’appello che devono completare le operazioni per la proclamazione degli eletti.

E solo da ieri sono on line sul sito della Cassazione i verbali relativi ai conteggi ufficiali sul riparto dei seggi alla Camera e al Senato. Per quanto riguarda la Camera, gli uffici centrali circoscrizionali presso le Corti d’appello hanno comunicato i dati all’ufficio centrale presso la Cassazione, che ha provveduto ai conteggi sui voti ottenuti da partiti e coalizioni e sulla ripartizione dei seggi: il relativo verbale, pubblicato sul sito della Suprema Corte, dà conto delle operazioni che si sono aperte alle 16.30 del 14 marzo e si sono chiuse alle 19 di ieri, 16 marzo.

Sulla base di questi dati le corti d’appello devono fare la proclamazione degli eletti. Anche per quanto riguarda il Senato, la Cassazione ha pubblicato il verbale sulle operazioni dell’ufficio elettorale centrale, effettuate il 15 marzo: il documento individua le liste ammesse alla ripartizione dei seggi, mentre quest’ultimo conteggio, essendo su base regionale, è demandato alle corti d’appello.

Solo completata e ufficializzata la ripartizione, si passa alla proclamazione degli eletti, compito che spetta esclusivamente agli uffici elettorali circoscrizionali e agli uffici elettorali regionali presso le Corti di Appello.

Queste ultime comunicano i nomi alle prefetture competenti che provvederanno ad avvisare con un telegramma i nuovi parlamentari, che da lunedì e martedì potranno cominciare a presentarsi al Senato ed alla Camera per le formalità di rito, in attesa della prima seduta per l’elezione dei presidenti, in programma venerdì prossimo. (ANSA).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Non abbiamo ancora un governo perchè ne salvini e ne al m5s interessano le sorti di questo paese. non hanno a cuore l’italia. Infatti se guadagnano benissimo………….come possono comprendere i disabili, i pensionati, i disoccupati, gli inoccupati, gli operai che non arrivano neanche a 800 euro al mese e devono pagare rincari di bollette piu l’immondizia calcolata su metri quadri e questo è un vero furto con abuso di potere nelle tasche dei lavoratori come pagare l’imu.

  2. Che vergogna italiana!
    Consiglio di eliminare il governo italiano e passare sotto la tutela di qualche stato vicino che funziona …..

  3. Beh. Leggo commenti politici e non da cittadini italiani.
    Sono finalmente di destra ma non credo che sia colpa di 5 stelle se le leggi elettorali sono state fatte male.
    Un modo x creare instabilità
    Certo… meglio un governo non scelto dal popolo?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.