Bando per il 118: Enzo Savarese del Vopi chiede all’Asl la revoca

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa

Revoca del bando di affidamento del servizio di emergenza territoriale 118. E’ quanto ha chiesto all’Asl il rappresentante del Vopi di Pontecagnano Vincenzo Savarese il quale ha anche lanciato un appello alla Procura di Salerno affinchè dia un seguito alla denuncia presentata alcune settimane fa. Lo scrive il quotidiano Le Cronache oggi in edicola

Enzo Savarese, ha presentato anche esposti all’Enac ed all’Autorità Nazionale Anticorruzione. Al centro della problematica il bando di affidamento del servizio di emergenza territoriale 118.

Un bando che è stato contestato fin dall’inizio. In particolare, era stato evidenziato la partecipazione alla gara di esponenti legati alla malavi Nella denuncia presentata in Procura viene ravvisata l’ipotesi di omissione di atti d’ufficio ed abuso d’ufficio. In pratica nella denuncia Savarese fa la cronistoria circa le richieste inoltrate all’Asl della documentazione inerente le risultanze della gara espletata per l’affidamento sel servizio 118. Gara dalla quale era stata esclusa la Vopi. La documentazione era stata richiesta al fine di poter successiva mente approntare un ricorso entro i termini di trenta giorni.

“Nonostante, l’avvenuta protocollazione dell’istanza, la Vopi non riceveva comunicazione alcuna tant’è che era costretta a rinnovare la presentazione della suindicata istanza – si legge nella denuncia del Vopi – in data 16 ottobre 2017».

Lo stesso 16 ottobre l’Asl inviò “non direttamente alla Vopi, bensì ad una societò che aveva operato su mandato della Vopi per la preparazione della gara d’appalto, la comunicazione ove veniva rappresentato che al fine di ritirare la documentazione richiesta era necessario eseguire in favore dell’Asl Salerno un versamenti di euro 9,40 a mezzo bonifico”.

Praticamente la Vopi viene informata della possibilità di ritirare la documentazione richiesta solamente  data successiva allo “spirare del termine per la proposizione del ricorso amministrativo…. Tale condotta – prosegue la denuncia-  censurabile e del tutto singolare ha privato l’associazione del diritto di proporre ricorso avverso l’esclusione dalla gara indetta dalla competente Asl Salerno”.

Fonte Le Cronache in edicola giovedì 22 marzo

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Qui si gioca con la salute dei cittadini, in questo caso la Magistratura non può essere dormiente, ma indagare sui fatti accaduti, sulle gare avvenute, sui bandi e su coloro che partecipano, sicuramente lo staranno già facendo. Questi sono servizio essenziali per una comunità che a volte fanno la differenza tra la vita e la morte e che quindi devono essere garantiti da personale efficiente e professionalmente preparato. Quindi carcere a vita chi inquina le gare d’appalto, intasca soldi illecitamente o chi offre servizi scadenti.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.