Stagione Salernitana: un film già proiettato

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
Regia e sceneggiatura sono rimaste invariate, il cast in parte è cambiato, ma il film proiettato in questa stagione, in sostanza, sembra uguale a quello dello scorso anno. Si parte con l’obiettivo di “far meglio del campionato precedente”, si procede tra alti e bassi nel girone di andata, si continua con il cambio tecnico a ridosso del giro di boa; poi, dopo un’apparente ripresa, arriva un filotto negativo e, con essa, l’immancabile scossa per tentare la disperata rincorsa finale per i play off, che tanto sono sempre lì, alla portata di tutti, perchè anche in questo torneo nessuno è in fuga.

Un anno fa l’apice del periodo negativo fu toccato a Trapani, alla 27^ giornata: dopo quella sconfitta in Sicilia, la squadra si ridestò per ricominciare finalmente a correre, salvo poi frenare nel finale e fermarsi a pochi passi dagli zona degli spareggi per la promozione. Analogamente, nell’attuale stagione la scossa è arrivata dopo la sconfitta interna con il Parma, alla 28^ giornata. E’ da allora che la Salernitana sta dando segnali di ripresa che si sono concretizzati nelle due vittorie di seguito contro l’Ascoli, in trasferta, e l’Avellino, all’Arechi, e nel pareggio di Frosinone.

I numeri parlano chiaro: sette punti in tre partite quando in precedenza ne erano servite dieci di gare per ottenere lo stesso bottino (otto punti dall’arrivo di Colantuono alla 19^ giornata, fino alla sconfitta di Parma alla 28^). E’ evidente come le analogie con la stagione precedente si riflettano anche sulla classifica: dopo 31 partite la Salernitana ha praticamente lo stesso bottino dell’anno precedente, la differenza è di un solo punto (erano 39 nella scorsa stagione).

La sensazione di dejavù, insomma, non ci abbandona e, come evidenziato in altre circostanze, non riguarda solo il film che vede protagonista la squadra. Anche per le “alte sfere” il copione sostanzialmente non ha subito variazioni. A proposito, un anno fa Lotito sgomitava per trovare posto nel consiglio federale e stava iniziando a puntare alla presidenza della Lega di B. La situazione è cambiata di poco, anche se nel frattempo ci sono state varie vicissitudini, tra le candidature saltate e la mancata elezione al Senato. Non occorre andare oltre per dire che il finale del film di quest’anno lo si può facilmente immaginare. La speranza è che per la prossima stagione, quella del centenario, si possa cambiare almeno la sceneggiatura.

Fonte LIRATV

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. Perché avevate dubbi? L’anno prossimo sarà uguale ci salveremo e finiremo o vicino ai play out o ai play off… finché i proprietari della salernitana saranno il gatto e la volpe saremo una squadra di serie B e faremo giocare i giovani della Lazio e purtroppo non é un film ma la realtà…

  2. Invece quando la prenderai tu o quelli come te saremo una squadra di serie NULLA e faremo giocare i giovani sotto al portone. RIDICOLO vat a vre u napl.

  3. Vicienz, tu sei tifoso della cavese, non si può spiegare altrimenti il tuo messaggio. Chi vuole ancora questa società qui, non vada allo stadio, non si definisca tifoso e ci faccia un piacere, si astenga dai commenti inutili. Se Lotito la vuole vendere, una società senza parco giocatori, senza immobili e senza nessun valore aggiunto, quei 3- 5 milioni che vale qualche scafesso li paga. Mo stai a vedere che società come il Crotone, la Spal, il Benevento, fanno quello che fanno, noi dobbiamo invece fare la squadra B di una società di burini graziata dalla giustizia sportiva?

  4. Scusatemi ma non per sapere i fatti della società, ma Orlando è ancora vivo? Tipo il crociato glielo hanno curato con le tisane? Doveva tornare a Gennaio e invece ad Aprile è ancora fuori….Grande Lotito e grandi i tifosi alla vecienzo che amano così tanto la B da vendersi la dignità pur di vedere questo scempio.

  5. Vincenzo quanti anni hai? Io segue la salernitana da 30 anni e sai quanta serie C ho visto? Ho visto presidenti, giocatori e allenatori piangere, persone che amavano e amano ancora la Salernitana. L’orgoglio di essere Salernitano e tifoso non lo vendo per una misera serie B e poi devo essere pure sfottuto da un burino affarista… La salernitana purtroppo oggi non ha giocatori non ha campi non ha palestre no ha niente, non ha un presidente ma un proprietario(ipse dixit), ha solo persone innamorate che la seguiranno sempre. Mi dispiace ma preferisco la serie C ed essere rispettato, alla serie B ed essere sfottuto e illuso…

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.