Recapito a giorni alterni, vertice in Prefettura: «Ora intervenga Poste Italiane»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

Ora tocca a Poste Italiane intervenire e risolvere le criticità segnalate in ordine al progetto di “recapito a giorni alterni” in numerosi comuni del sud della provincia di Salerno. La questione è approdata in Prefettura qualche giorno fa, a seguito della richiesta inoltrata da Cisal e Failp Cisal.

Nel corso del vertice, i rappresentanti sindacali hanno segnalato l’avvenuta soppressione di 8 zone recapito – presso le sedi di Contursi Termi e Polla – che ha comportato un elevato accumulo di corrispondenza da consegnare. Giovanni Giudice e Francesco Grillo, segretari, rispettivamente, di Cisal e Failp Cisal, hanno evidenziato come tra le cause dei ritardi vi sia la carenza di autovetture, peraltro in un comprensorio molto esteso, a disposizione del personale addetto alla consegna della posta. Difficoltà, queste, segnalate anche dai sindaci di Contursi Terme e Polla, presenti alla riunione.

Sia organizzazioni sindacali che amministratori locali hanno rappresentato la necessità che Poste Italiane potenzi il parco macchine in dotazione ai dipendenti, al fine di consentire anche l’eliminazione della giacenza di posta nei centri di raccolta. Nel corso dell’incontro, inoltre, è stato ricordato che il centro di Contursi Terme è, da tempo, carente del responsabile.

«Abbiamo rappresentato – afferma il responsabile confederale della Cisal, Giovanni Giudice – tutte le carenze del servizio, particolarmente deficitario nei comuni di Contursi e Polla e in quelli del circondario. Insufficienze che si ripercuotono tanto sui lavoratori della Poste quanto sulla cittadinanza che, per settimane, non riceve la propria corrispondenza. Ora – sottolinea il sindacalista – la palla passa a Poste Italiane che è l’unica a poter risolvere concretamente i problemi segnalati.

Il “recapito a giorni alterni” non è certo un progetto negativo ma bisogna, prima di avviare queste sperimentazioni, tenere in considerazione le caratteristiche e le esigenze dei territori che si intende coinvolgere.

In questo caso, forse, si è proceduto in maniera non troppo attenta e i risultati sono stati più che deludenti, oltre che dannosi. L’auspicio è che presto si possa rimediare e ripristinare la regolarità di un fondamentale servizio pubblico».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.