Regione Campania: approvato nuovo documento esecutivo programmazione forestale

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
La Giunta regionale, nella seduta di oggi, ha approvato il Documento Esecutivo di Programmazione Forestale (DEPF) per il triennio 2018-2020, che definisce operativamente le politiche pubbliche della Regione Campania in materia di forestazione. Si tratta di un documento fortemente innovativo che mette in pratica i nuovi principi di forestazione multisettoriale e multifunzionale introdotti dal Regolamento regionale, il nuovo testo unico in materia forestale con il quale la Campania ha anticipato molte delle innovazioni poi recepite a livello nazionale”.

Nel documento sono previste risorse per 246,9 milioni di euro, pari ad 82,3 milioni all’anno, per l’attuazione degli interventi di forestazione e bonifica montana nel triennio 2018-2020, circa 7 milioni in più rispetto al precedente DEPF. In tal modo, faremo fronte anche agli aumenti stipendiali, stimati in circa 2,3 milioni di euro all’anno, previsti dal Contratto Integrativo Regionale di Lavoro (CIRL) per gli addetti ai lavori di sistemazione idraulico-forestale e idraulico-agraria approvato nel febbraio scorso.

Con l’adozione del nuovo DEPF, la cura dell’immenso patrimonio forestale regionale – circa 450.000 ettari, pari a quasi un terzo circa dell’intero territorio della Campania – viene inserita in un programma complessivo di manutenzione e messa in sicurezza del territorio collinare e montano che si fa carico, oltre che della tutela e valorizzazione delle foreste, della gestione del patrimonio infrastrutturale e di attrezzature pubbliche.

In attuazione del Piano Forestale Generale e in coerenza con gli indirizzi previsti dallo stesso, il DEPF identifica gli interventi prioritari in materia forestale da realizzare nel triennio 2018-2020, con indicazione delle relative previsioni di spesa, gli enti locali territoriali e le comunità montane responsabili dell’attuazione degli interventi nonché gli indicatori, i parametri ed i criteri da impiegarsi per la progettazione esecutiva, il controllo e la valutazione dell’attività svolta e dei risultati conseguiti.

“Abbiamo compiuto – sottolinea Franco Alfieri, capo della segreteria del Presidente – un altro decisivo passo in avanti nel progetto complessivo di riforma del sistema di forestazione pubblica in Campania. Grazie alle ingenti risorse previste, saranno realizzati progetti integrati e coordinati di cura e manutenzione straordinaria dei territori montani: si tratta di un grande e lungimirante investimento in prevenzione, sicurezza e protezione dei territori e dei paesaggi montani della Campania, che mette fine alle vecchie logiche assistenzialiste, delineando invece un progetto unitario e coerente di cura della montagna, un’opportunità di crescita e di sviluppo per le nostre aree interne”.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.