Attenzione all’acrilamide o ci fa fritti (di Tony Ardito)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
L’acrilamide è una sostanza molto tossica, si forma durante il processo di cottura, a temperature elevate (oltre 120-140° C) degli alimenti ricchi di carboidrati.

Questo è uno dei motivi per i quali gli esperti consigliano di limitare il consumo di cibi fritti, soprattutto se questi vengono impanati prima di essere messi nell’olio bollente.

Noi lo ingeriamo ogni giorno per tutta la vita, così la Commissione Europea ha deciso di correre ai ripari su questo nemico della nostra salute onde ridurlo nei cibi potenzialmente a rischio: le patatine fritte, ma pure il pane, i cereali della colazione, i biscotti, le fette biscottate e addirittura il caffè.

L’acrilamide è una sostanza certamente cancerogena per gli animali, probabilmente pure per l’uomo e quindi per i bambini. La sua produzione è facilitata dall’assenza di acqua e dalla presenza di asparagina (un amminoacido) e di uno zucchero ridotto, quale il glucosio o il fruttosio contenuti soprattutto nelle patate, ma anche nei cibi caramellati.

Da oggi, sarà obbligatorio per le industrie e gli artigiani porre in atto vari accorgimenti al fine di ridurre le temperature di cottura dei prodotti a rischio ed evitare soprattutto che i cibi cotti siano anneriti.

C’è tuttavia da tenere sempre a mente che il problema non riguarda solo l’industria. Frittura, forno e griglia sono comunque a rischio di acrilamide. Ed allora, la regola che dovremmo tutti imparare a seguire, pure a casa, è che i cibi vanno benissimo se dorati, ma mai se bruciati.

E’ preferibile perciò saltare in padella o bollire e cuocere al vapore e in generale preferire, se possibile, cotture più lente a temperature più basse.

E’ evidente che se ci cede troppo alle tentazioni della tavola la salute inesorabilmente poi ne risenta. D’altro canto è notorio che quello che più ci alletta normalmente produce danno, e ahimè non solo per ciò che riguarda i piaceri del palato.

 

 

A cura di Tony Ardito

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.