Lo speaker dello stadio ironizza sul recupero, Avellino multato

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Una multa di mille euro per la singolare protesta dello speaker dello stadio nel finale del match con il Perugia. E’ quella comminata all’Avellino dal giudice sportivo di Serie B, Emilio Battaglia, dopo le gare valide per la 13esima giornata di ritorno.

Il club irpino è stato sanzionato, come si legge nel comunicato ufficiale, “a titolo di responsabilità oggettiva, per avere lo speaker dello stadio, durante la comunicazione al pubblico, ironizzato sul recupero concesso nel secondo tempo dal direttore di gara”.

Sul risultato di 2-0 per la formazione di Foscarini, l’arbitro Piccinini della sezione di Forlì ha indicato l’assegnazione di sette minuti di recupero al quarto uomo De Tullio. Una decisione che è parsa eccessiva ai tifosi biancoverdi ed evidentemente non è andata giù nemmeno allo speaker ufficiale del ‘Partenio’, che, per ironizzare, ha annunciato: “Ci saranno 12 minuti di recupero”.

Il club irpino ha diffuso una nota per spiegare che si è trattato solo di un errore di comunicazione.

In merito all’ammenda inflitta dal giudice sportivo, relativamente alla comunicazione dello speaker circa il recupero concesso nel secondo tempo, la società fa sapere che quanto erroneamente comunicato non vuole rappresentare, nella maniera più assoluta, una mancanza di rispetto nei riguardi degli ufficiali di gara, del pubblico e delle squadre, né tantomeno è stata volontà dello speaker di fare ironia – peraltro del tutto fuori luogo – bensì di un errore di comunicazione per cui sia l’autore del messaggio, sia la società intendono scusarsi.

Va ricordato che in tempi recenti, il presidente del Perugia, Massimiliano Santopadre, ha licenziato lo speaker del “Renato Curi” per un lapsus sul cognome di Davide Astori nel momento dell’annuncio del minuto di raccoglimento in sua memoria. Sempre in casa biancoverde, era nel contempo già finita nel mirino delle polemiche un’altra uscita infelice dello stesso speaker in occasione del derby con la Salernitana del 24 dicembre 2017 rivolta, in maniera più o meno velata, alla tifoseria ospite in relazione al presunto ritrovamento di un documento nel settore ospiti indicante residenza ad Avellino.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Ma quale ironia lo speaker ha ricordato i 12 punti lasciati dalle PECORE al BARI e alla SALERNITANA!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.