Facebook, scopri se il tuo account è stato usato da Cambridge Analytica

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
La partita si è fatta più seria. La seconda audizione al Congresso Usa ha messo Mark Zuckerberg in maggiore difficoltà.

Se nella prima audizione i senatori si sono limitati a cercare di capire il funzionamento di Facebook, con Zuckerberg piuttosto a suo agio, nella seconda giornata i parlamentari hanno cercato di entrare più a fondo nel modello di crescita del social e della privacy degli utenti.

Zuckerberg ha dovuto ammettere che giunti al momento attuale “è inevitabile dare delle regole” all’economia di Internet, e all’uso dei dati personali, apprezzando apertamente il Gdpr dell’Ue e annunciando che sarà usato in tutto il mondo.

Una notizia cominciata a circolare la scorsa settimana, ma che trova oggi una conferma diretta: “Quello che apprezzo del Gdpr”, ha detto Zuckerberg, è che “consente agli utenti di essere sempre in controllo dei dati che condividono con le aziende, di cosa viene fatto con quei dati e eventualmente di cancellarli. Ci sarà anche un consenso speciale per quello che riguarda le tencologie del riconoscimento facciale degli utenti”.

Alla domanda se anche i suoi dati personali siano stati venduti a “malevole terze parti” insieme a quelli di 87 milioni di americani colpiti dal caso Cambridge Analytica, ha risposto sì, ammettendo anche che “ci vorranno molti mesi per indagare le app che hanno preso i dati” da Facebook, in un numero indagato generalmente con “decine di migliaia di app”.

Ma come fare a sapere se il vostro account è finito nelle maglie di Cambridge Analytica?

Per farlo, basta cliccare su questo link messo a disposizione proprio da Facebook per capire se i vostri dati sono stati utilizzati da una società di marketing politico senza il vostro consenso e senza che ne foste a conoscenza

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.