Master in “Responsabile ufficio gare d’ appalto” – parteciazione gratuita

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
La Salerno Formazione, società operante nel settore della didattica, della formazione professionale e certificata secondo la normativa UNI EN ISO 9001:2008 settore EA 37 per la progettazione ed erogazione di servizi formativi in ambito professionale, organizza il master di alta formazione professionale “RESPONSABILE UFFICIO GARE D’ APPALTO” – PROMOZIONE 2018-.

 

Il MASTER DI ALTA FORMAZIONE PROFESSIONALE IN  “RESPONSABILE UFFICIO GARE D’ APPALTO”   prepara figure professionali che aiutino le imprese nella ricerca e nella selezione dei bandi di gara, e siano in grado di predisporre tutta la documentazione tecnica ed economica necessaria per partecipare e vincere le gare d’appalto.

 

Il corso per addetti alle gare d’appalto aggiornato D.LGS. n° 56 del 19/04/2017, rappresenta uno degli strumenti necessari per comprendere e partecipare al mercato degli appalti pubblici in Italia, perché fornisce le necessarie informazioni per analizzare il mercato di riferimento, poter comprendere la dinamica della domanda pubblica e poter formulare l’offerta.

 

La materia della contrattualistica pubblica è costantemente messa in discussione da interventi normativi che modificano organicamente gran parte della sua disciplina originaria. L’intervento normativo richiede una maggiore specializzazione all’operatore economico. La formazione, pertanto, non può più limitarsi all’analisi della sola procedura, fine a se stessa, ma deve abbracciare trasversalmente tutti gli istituti giuridici, gli aspetti economici e sociali.

 

Il corso si basa sui seguenti riferimenti legislativi nazionali vigenti, e relativi testi normativi collegati: D.Lgs. 19 aprile 2017, n. 56

D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50

D.P.R  05 ottobre 2010, n. 207

D.Lgs. 02 Luglio 2010, n. 104

D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163

D.Lgs. 07 marzo 2005, n. 82

 

Il corso esamina le problematiche più frequenti nella fase di aggiudicazione, dall’analisi del bando di gara e relativa partecipazione, alla procedura di gara, alla verifica dei requisiti dichiarati dai concorrenti mediante l’utilizzo del sistema AVCPass, attraverso un linguaggio semplice e immediato che consente di apprendere strumenti e metodi vincenti per concorrere alla gara. I principali obiettivi professionali del corso sono perciò:

  • conoscere la normativa vigente regolante gli appalti pubblici
  • apprendere le specifiche modalità di comunicazione con le amministrazioni aggiudicatrici del contratto
  • prevenire gli errori che possono causare l’esclusione dalla gara.

 

Il corso ha l’obiettivo di formare il professionista riguardo la disciplina degli appalti pubblici e gli istituti giuridici relativi alla aggiudicazione del contratto. La normativa è analizzata in maniera dettagliata, incentivando le capacità di lettura dei documenti della domanda pubblica e fornendo le necessarie competenze per la formulazione di offerta dell’operatore economico.

 

DATA INIZIO MASTER: 23 APRILE 2018

 

DURATA E FREQUENZA: Il master avrà la durata complessiva di 50 ore. Il master si svolgerà presso la sede della Salerno Formazione con frequenza settimanale  per circa n. 3 ore lezione.

 

E’ POSSIBILE SEGUIRE LE LEZIONI, OLTRE CHE IN AULA, ANCHE IN MODALITA’ E.LEARNING – ON.LINE

 

E’ prevista solo una quota d’ iscrizione di €. 350,00 per il rilascio del DIPLOMA DI MASTER DI ALTA FORMAZIONE PROFESSIONALE DI PRIMO LIVELLO IN RESPONSABILE UFFICIO GARE D’APPALTO.

 

DESTINATARI: Il master è a numero chiuso ed è rivolto a n. 16 persone  in possesso di diploma  e/o laurea triennale e/o specialistica.

 

PER ULTERIORI INFO ED ISCRIZIONI: è possibile contattare dal lunedì al sabato dalle ore 9:00 alle 13:00 e dalle16:00 alle 20:00 la segreteria studenti della Salerno formazione  ai seguenti recapiti telefonici 089.2960483 e/o 338.3304185.

 

CHIUSURA ISCRIZIONI: RAGGIUNGIMENTO DI MASSIMO 16 ISCRITTI.

 

PROGRAMMA DI STUDIO:

 

MODULO 1 – GLI APPALTI DEI LAVORI PUBBLICI

  • Il nuovo Codice dei Contratti, Concessioni, Appalti e PPP (Partenariato Pubblico – Privato)
  • Appalti pubblici: l’architettura normativa di riferimento
  • Il nuovo codice dei contratti (D.lgs 50/2016), i suoi livelli applicativi, le componenti di maggior impatto ed innovative
  • Aggiornamenti Codice appalti (d.lgs. 19 aprile 2017, n. 56).
  • Il dialogo competitivo
  • La concessione, il PPP e la centralità del rischio
  • I contratti passivi e i contratti attivi
  • La gara
  • Dal massimo ribasso (ritenuto oramai arretrato) all’offerta economicamente più vantaggiosa (rafforzata dalle nuove direttive)
  • I lavori
  • Check up sugli iter delle principali procedure di gara
  • Check up su PPP
  • Focus sull’esigenza che emergerà dai profili d’aula su appalti, concessioni di lavori e servizi

 

MODULO 2 – LA GARA PUBBLICA APPLICATA PER APPALTI, CONCESSIONI E PPP

  • La gara pubblica rivisitata
  • Il patrimonio immobiliare pubblico e la cessione-gara
  • La gara e l’approvvigionamento
  • La procedura ristretta
  • Il project finance: la gara di concessione e la gara d’appalto
  • Le gare di PPP
  • Come inserire il rischio operativo all’interno dei documenti di gara e il raccordo con EUROSTAR nel off balance (fuori dal conteggio del debito pubblico)
  • Il dialogo competitivo, come si gestisce la procedura
  • La gara pubblica “scomposta”: una visione evoluta
  • La gara pubblica per forniture, servizi, lavori
  • Il crescente spazio della negoziata in contrapposizione alla gara

 

MODULO 3 – OPERE PUBBLICHE: MANUTENZIONI, GLOBAL SERVICE & O&M

  • Il tema nuovo della qualificazione delle stazioni appaltanti
  • Come organizzare un PPP partendo dalla gestione del rischio di disponibilità
  • RUP (Responsabile Unico Procedimento) & Manutenzioni
  • I nuovi scenari derivanti dal nuovo Codice dei contratti
  • Nuovo patrimonio e manutenzione
  • Risposte al nuovo Codice dei contratti
  • Patrimonio esistente e manutenzione
  • I nuovi contratti manutentivi di medio-lungo termine e i contratti di disponibilità
  • La progettazione ex ante del funzionamento di un’opera
  • La nuova gestione e valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico
  • Il Public Real Estate management

 

MODULO 4 – IL NUOVO RESPONSABILE DI PROCEDIMENTO IL RUP ALL’INTERNO DEL NUOVO CODICE DEI CONTRATTI

  • Il RUP (Responsabile Unico Procedimento) e il nuovo codice dei contratti
  • Il RUP e gli appalti
  • Il RUP e le concessioni
  • Il RUP e il Partenariato Pubblico e Privato (PPP)
  • Il RUP e gli strumenti di riferimento
  • Il RUP e la nuova professione
  • Il RUP e l’importante fase riconducibile al BIM
  • Il RUP e la riduzione e nuova qualificazione delle stazioni appaltanti
  • La creazione dell’unità organizzativa a supporto dei RUP
  • Il RUP, formazione obbligatoria e mantenimento/incremento dello standard di qualificazione della stazione appaltante
  • Il mutamento del RUP negli anni
  • Il RUP e cura di quattro competenze (progettazione e costruzione D&C; gara P; funzionamento e manutenzione O&M; reperimento risorse e dismissione, valorizzazione del patrimonio immobiliare R&RE)
  • Il RUP e l’esplicitamento degli strumenti
  • L’importante gestione del dialogo competitivo per poter dar vita a molti PPP

 

MODULO 5  – PPP E FINANZA DI PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI OPERE PUBBLICHE E INFRASTRUTTURE

  • Opere pubbliche ed infrastrutture in Italia: la criticità degli appalti e lo sviluppo del PPP, come saperlo organizzare e sviluppare
  • La creazione della Parte IV del Codice tutta incentrata sul PPP
  • Diverse specificità e diversi montaggi di PPP
  • Il nuovo Codice dei contratti e la differenza tra appalti, concessioni e PPP: quante tipologie di PPP vi sono nel presente e nel futuro
  • Il montaggio di un PPP: primi strumenti e governo del rischio
  • Il Progetto Definitivo e il Piano Economico e Finanziario (PEF)
  • Le Gare – I diversi tipi di PPP
  • La convenzione e il contratto di concessione
  • La società di progetto (SPV)
  • Il PPPI, il corporate finance e il finanziamento privato
  • Le implicazioni per la PA e per i servizi tecnici
  • Preparare la regia di un PPP in anticipo
  • Il decalogo delle diverse formule del PPP

 

MODULO 6 – IL PROJECT MANAGER DELLE OPERE PUBBLICHE

  • Il riconoscimento certificativo del Project Manager di OO.PP. ed infrastrutture, la valorizzazione, la carriera e l’evoluzione della professione
  • Il Project Manager (PM)&RUP: specialismo e interdisciplinarietà
  • PM&RUP – La programmazione e i sistemi operativi
  • Montaggio/Assembly Il PM&RUP e l’evoluzione del management. a) Negli appalti – Il PM&RUP – La progettazione. – Il PM&RUP – Tecniche e strumenti del project manager applicate al montaggio di infrastrutture ed opere pubbliche. – Il PM&RUP – La costruzione. – Il PM&RUP – La gestione dell’opera pubblica. b) Nel PPP, nella concessione, nel Real Estate – Il PM&RUP – Il Partenariato Pubblico-Privato (PPP). – Il PM&RUP – La concessione. – Il PM&RUP – Il Real Estate. – Il PM&RUP – Montaggio delle OO.PP. all’interno di un PPP
  • PM&RUP – Il nuovo Codice (D.lgs 50/2016 e decreti attuativi). c) Implicazioni, sviluppi ed aggiornamenti.

 

MODULO 7 –  IL RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D’ IMPRESE

  • Definizione, finalità e caratteristiche generali dei Raggruppamenti Temporanei
  • La partecipazione alla gara come R.T.I. costituito o costituendo
  • Il mandato collettivo con rappresentanza ed il Regolamento interno tra le imprese raggruppate
  • Le diverse tipologie di R.T.I.: orizzontale, verticale, misto, la cooptazione
  • La ripartizione dei requisiti di qualificazione per la partecipazione alla gara dopo l’entrata in vigore del nuovo Regolamento
  • Il regime di responsabilità delle mandanti e della capogruppo mandataria
  • L’inadempimento individuale e i riflessi sul raggruppamento
  • La facoltà per le imprese qualificatesi singolarmente di formulare offerta in R.T.I. nell’ambito delle procedure ristrette di gara

 

MODULO 8 – ANALISI DELL’ISTITUO DELL’ AVVALIMENTO

  • Definizione e finalità dell’avvalimento
  • Le direttive comunitarie
  • La normativa italiana
  • L’avvalimento operativo e quello di garanzia
  • La documentazione amministrativa da produrre alla stazione appaltante per utilizzare l’avvalimento
  • Il contratto di “avvalimento”
  • L’avvalimento nel caso di operatività di sistemi di attestazione o di sistemi di qualificazione
  • L’avvalimento interno ed esterno nei R.T.I e la posizione della più recente giurisprudenza amministrativa.

 

MODULO 9 – IL SUBAPPALTO

  • Definizione e finalità del subappalto
  • Differenza tra subappalto e cessione del contratto
  • La previsione del bando di gara
  • Le condizioni e la documentazione necessaria per ottenere il rilascio dell’autorizzazione al subappalto
  • I requisiti e le responsabilità del subappaltatore
  • Il contratto di subappalto: principali caratteristiche
  • Le modalità di pagamento al subappaltatore

 

MODULO 10 – LA PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA ECONOMICA

  • Forma e contenuto dei plichi di offerta
  • Offerte plurime, parziali, incomplete
  • Offerte condizionate o indeterminate

 

MODULO 11 – GLI ERRORI PIU’ FREQUENTI NELLA PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA

  • Il principio della tassatività delle cause di esclusione
  • Le modalità di presentazione dell’offerta
  • Il contenuto dell’offerta
  • Errori formali, errori sostanziali, errori sanabili
  • I principi giuridici che ispirano la Giurisprudenza
  • Rassegna di casi pratici di esclusione dalla gara

 

MODULO 12 – IL SISTEMA DELLE GARANZIE

  • La cauzione provvisoria
  • La garanzia definitiva

 

MODULO 13 –  L’ANOMALIA DELLE OFFERTE

  • La ridefinizione da parte del Codice dei contratti pubblici della disciplina delle offerte anomale
  • Il calcolo della soglia di anomalia
  • Il procedimento di verifica dell’anomalia dell’offerta
  • Le giustificazioni dell’offerta
  • Il provvedimento finale
  • L’anomalia dell’offerta negli appalti sottosoglia

 

MODULO 14 –  L’AGGIUDICAZIONE DELLA GARA

  • Aggiudicazione provvisoria
  • Aggiudicazione definitiva

 

MODULO 15 – GLI STRUMENTI ALTERNATIVI EVIDENZA PUBBLICA

  • PA.
  • Acquisti diretti
  • Negoziazioni
  • Gare Telematiche

 

Per ulteriori informazioni e/o per le iscrizioni, è possibile contattare dal lunedì al sabato dalle ore 9:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 20:00 la segreteria studenti della Salerno formazione  ai seguenti recapiti telefonici  089.2960483 e/o 338.3304185.

 

SITO WEB: www.salernoformazione.com

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.