In 6 giorni 50 arresti cardiaci: la corsa per salvare Katia

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
La storia Katia, una giovane mamma di 31 anni ha dell’incredibile. La donna non sembrava avere molte speranza di sopravvivere, e invece grazie allo straordinario lavoro di due equipe mediche è riuscita a salvarsi.
La storia di Katia, salvata dopo 50 arresti cardiaci in appena sei giorni grazie a un delicatissimo intervento chirurgico mai eseguito fino ad ‘ora, viene raccontata dal Corriere della Sera.

Sopravvive a 50 arresti cardiaci in una settimana: la vicenda

La giovane mamma si trovava in vacanza a Napoli per Pasqua con suo marito e la piccolina di appena 3 mesi, quando improvvisamente si è sentita male. E’ stato necessario chiamare un’ambulanza con rianimatore per far ripartire il suo cuore e sembrava che tutti si fosse sistemato. Ma mentre si trovava ancora ricoverata all’Ospedale del Mare di Napoli per accertamenti ecco un altro arresto e un altro ancora; il cuore di Katia ha iniziato a fermarsi ogni 15 minuti e deve essere riavviato con il defibrillatore.
La situazione sembra disperata e così i medici decidono di trasferire la paziente al Policlinico di San Donato, a Milano.

Katia, salvata dopo 50 arresti cardiaci in sei giorni e un volo da Napoli a Milano

La Regione Campania ha dunque messo a disposizione un aereo militare con un team di rianimatori per affrontare i numerosi arresti cardiaci durante il volo. Quando l’areo è arrivato all’aeroporto di Linate ad attendere Katia c’era già una squadra di anestesisti con l’ambulanza, pronta a correre in ospedale.

In ospedale viene preparata la sala di elettrofisiologia: «La grave aritmia di Katia è una fibrillazione ventricolare provocata da alcune cellule impazzite nel sistema elettrico del cuore “ – spiega il dr. Pappone.
È stata quindi eseguita un’ablazione particolare e complicata, con l’introduzione di un catetere all’interno del cuore in modo da far passare corrente elettrica per distruggere le cellule responsabili dell’aritmia.

Dopo alcune ore Katia esce dalla sala operatoria e l’intervento, dichiarano i medici, è riuscito; tuttavia la prognosi non viene ancora sciolta in quanto a causa dei numerosi arresti cardiaci non si possono scongiurare danni neurologici.

Sopravvive a 50 arresti cardiaci in sei giorni: Katia esce dal coma dopo pochi giorni

Fortunatamente dopo alcuni giorni la giovane mamma esce dal coma e tutto sembra essere è andato per il meglio; infatti secondo i dottori non ci sono state conseguenze neurologiche.
Il marito Fabio sottolinea che due équipe lontane mille chilometri «hanno salvato» Katia «da una morte certa». E lei, intanto, dice di vivere ora «una nuova vita». «Sono felice di poter crescere mia figlia».

Ecco la causa dei 50 arresti cardiaci in appena una settimana:  fibrillazione ventricolare

La fibrillazione ventricolare è un problema del ritmo cardiaco che si verifica quando il cuore batte con impulsi elettrici rapidi e irregolari. Questo fa sì che le camere di pompaggio nel cuore (i ventricoli) tremino  inutilmente, invece di pompare sangue.

A volte provocato da un attacco cardiaco, la fibrillazione ventricolare causa il crollo della pressione sanguigna, interrompendo l’afflusso di sangue agli organi vitali. Tale patologia è un’emergenza che richiede cure mediche immediate in quanto provoca il collasso della persona in pochi secondi.

È la causa più frequente di morte cardiaca improvvisa. Il trattamento di emergenza comprende la rianimazione cardiopolmonare e gli shock al cuore attraverso il defibrillatore automatico esterno.

Fonte Affaritaliani.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.